Recensione Alfawise U20 PRO

Alfawise U20 Pro è l’ultimo modello di stampante 3D cartesiana presentata dal marchio “made in Gearbest” Alfawise. Questa volta le caratteristiche sono veramente interessanti, troviamo una nuova scheda con driver separati TMC 2208, display touchscreen 4,3 pollici con un nuovo menù di gestione e ciliegina sulla torta finalmente adotterà un firmware open source… Marlin 1.1.9.
Il modello precedente era votato al super risparmio, ora invece si strizza l’occhio ad un pubblico più esigente, mantenendo comunque un prezzo super competitivo! Questa nuova Alfawise U20 Pro per dimensioni e caratteristiche si presenta come diretta concorrente della Creality CR-10S Pro, sembra infatti un clone della stessa. Rispetto alla precedente Alfawise U20 è cambiata totalmente, a questo punto in comune hanno solo il nome e le dimensioni di stampa!

Unboxing – Recensione Alfawise U20 PRO

La scatola ha dimensioni importanti, misura 74 x 53 x 31 centimetri, questo perchè la Alfawise U20 Pro arriva già montata al 90%

La parte verticale e gli accessori erano contenuti nel primo strato di imbottitura in gomma piuma, tutto era al proprio posto e nulla di rotto, voto dieci quindi all’imballaggio! La base era contenuta a sua volta nel secondo strato con il piatto già montato in posizione.

Gli accessori che troviamo in dotazione sono i classici presenti nelle stampanti cinesi, troviamo nell’ordine:

  • Porta filamento in metallo
  • Filamento PLA da 1,75mm,  250 grammi
  • Chiavetta USB con micro SD
  • Cavo USB
  • Spatola e tronchesi
  • Chiavi esagonali e chiave per regolare i dadi eccentrici
  • Minuteria per completare l’assemblaggio
  • Spessori per misurare e regolare l’asse X
  • Cavo di alimentazione con presa Schuko

Recensione Alfawise U20 PRO 

Svuotando completamente la scatola ci troveremo di fronte questi pezzi…

Recensione Alfawise U20 PRO 

Caratteristiche Principali – Recensione Alfawise U20 PRO

  • Dimensioni di stampa: 300 x 300 x 400mm
  • Display 4.3 pollici a colori con touch screen
  •  Nuova interfaccia di gestione, ricorda quasi il menù di uno smartphone, migliore esperienza d’uso e navigazione tra le funzioni.
  • Matrix auto-leveling, grazie al sensore EZBL prima di ogni stampa il piatto verrà livellato automaticamente seguendo una matrice di 16 punti, aderenza sempre perfetta!
  • Sensore sul filamento
  • Scheda basata su chip Atmega 2560
  • Firmware Marlin 1.1.9 Finalmente è stato abbandonato il firmware chiuso!
  • Power Resume, ripristino della stampa automatico dopo mancata alimentazione o pausa forzata
  • Driver TMC 2208, maggiore efficienza e precisione nelle le stampe, totale assenza di rumore dai motori
  • Due motori separati sull’asse Z, regalano più potenza garantendo ottima stabilità nelle stampe
  • Piatto in alluminio alimentato a 24 volt con base sottostante isolata termicamente, attese dimezzate nel raggiungere le temperature d’esercizio, 50-100°
  • Hotend MK8 alimentato 24 volt, con temperatura massima limitata via software a 250°
  • Struttura All-In-One, ingombri ridotti e cavi perfettamente nascosti e integrati
  • Spingifilo con sistema Bowden
  • Alimentatore 24V, 15A, 360W

Assemblaggio – Recensione Alfawise U20 PRO

Come citato in precedenza la Alfawise U20 Pro arriva già montata al 90% quindi nessuna preoccupazione per il montaggio, sarà un gioco da ragazzi! Il tutto consisterà nel posizionare la parte verticale sulla base, puntare i quattro bulloni 4x M5x20 che troviamo nella bustina e gradualmente andremo a stringere, ricordate che è alluminio quindi non esagerate stringendo o rischierete di rovinare la filettatura. Dopo aver assemblato i due pezzi principali non rimarrà che collegare i cavetti che andranno ad alimentare i due motori dell’asse Z, collegare il grande cavo Flat che alimenterà il gruppo estrusore e infine collegheremo l’alimentazione del piatto. Come potete vedere l’assemblaggio è quasi concluso, l’ultimo passaggio sarà montare il porta filamento, stringiamo gli ultimi due bulloni et voilà finito!

Eccola completa, non lo avevamo ancora accennato ma questa Alfawise U20 Pro ha un particolare totalmente inedito e siamo sinceri molto naif 😀
Sono presenti nella parte anteriore dei led che ricordano quasi degli occhi, cambiano addirittura colore in base allo stato della stampante, blue durante la stampa, verdi in stato di attesa e rossi quando la stampante starà riscaldando piatto e hotend. Vi anticipo che si possono disabilitare dal menù se necessario.

Diversa dal solito è la posizione dello spingifilo, lo troviamo ruotato di 45 gradi rispetto all’asse X, ipotizziamo sia dovuto per adattarsi alla posizione del porta bobina, anch’esso inclinato rispetto alla struttura, il tutto è per risparmiare ulteriore ingombro.

L’asse X è stabile e abbastanza robusta nei materiali, non è stata necessaria nessuna regolazione ma segnaliamo la presenza di dadi eccentrici su entrambi i lati, sarà possibile quindi un fine tuning quando necessario

Il piatto non è in vetro ma stranamente troviamo un ulteriore piatto in alluminio con pellicola simil “Buildtak” incollata, nota su questa pellicola… l’aderenza delle stampe su di essa è ottima, a volte anche troppo facendo fatica nello staccare il pezzo, in questo caso sarebbe stato meglio avere una pellicola flessibile, più pratica e comoda. La base sottostante del piatto è isolata termicamente, avremo quindi un minor consumo di energia per tenerlo in temperatura. Come già scritto è alimentato 24 volt i tempi per portarlo a regime sono dimezzati, il piatto presenta quattro agevoli ruote per regolarlo la prima volta, in seguito non sarà più necessario metterci mano grazie al comodo sensore automatico.

Il gruppo Hot end è stato totalmente rivisto rispetto al modello precedente, tutto il gruppo è coperto da una protezione in metallo che riprende i colori classici alfawise, rosso e nero.

Recensione Alfawise U20 PRO 

Il sistema di dissipazione dell’Hot end ricorda molto quello in dotazione con i prodotti E3D, la ventola che invece si occuperà di soffiare sull’estruso è una coassiale con un nuovo condotto stampato, tutto è alimentato 24 volt come avevamo accennato in precedenza. Il gruppo contiene anche il sensore per il livellamento automatico del piatto, sembra un EZBL

Menù di Gestione

L’interfaccia graficamente è veramente gradevole, le dimensioni generose del display permettono di avere tutti i dati di stampa presenti sulla prima schermata, la navigazione tra i vari menù è possibile esclusivamente tramite touchscreen, non abbiamo nessun tasto fisico per interagire con lo stesso. Il Menù generale ci mostra le informazioni relative alle temperature, file in stampa, tempo trascorso, percentuale di stampa e funzioni di pausa e fermata della stampa.

Recensione Alfawise U20 PRO 

Durante la stampa accedendo alla sezione “Tune” possiamo regolare alcuni aspetti, quali:

  • Variare temperatura Hotend
  • Variare temperatura piatto
  • Variare velocità delle ventole
  • Feed Rate
  • Nozzle flow rate
  • Spegnere i LED frontali

 

Recensione Alfawise U20 PRO 

Lo slideshow che segue vi mostra le varie voci disponibili nel menù

Questo slideshow richiede JavaScript.




 

Unico neo che ci sentiamo di segnalare… non è possibile mettere mano ai settings avanzati che il firmware può offrire, quali: regolazione step/mm, jerk e accelerazioni varie, speriamo vivamente la community si attivi presto per modificare il menù del display aggiungendo anche queste importanti opzioni per gli utenti più avanzati.

 

Prime Stampe

Stenterete a crederci ma non abbiamo eseguito nessuna regolazione, in fase iniziale è stato regolato il piatto impostando lo Z offset e seguito le istruzioni a video che la procedura di auto leveling indica durante la procedura, non è necessario esegure l’auto leveling dopo ogni stampa, ma se preferite potete inserire il comando G29 nello script di start e prima di ogni stampa la Alfawise U20 Pro eseguirà l’auto leveling con il mesh su 16 punti.
Torniamo alle prime stampe eseguite, alleghiamo alla recensione questa galleria di immagini e lasciamo giudicare a voi…..

Recensione Alfawise U20 PRO 

Qui qualche video giusto per vedere la Alfawise U20 PRO a lavoro

Nella descrizione del video seguente su Youtube potete trovare il link per scaricare il nostro profile utilizzato con Simplify3D

 

 

Impressioni Finali – Recensione Alfawise U20 PRO

La stampante Alfawise U20 Pro tirando le somme è una buona macchina, noi possiamo ritenerci più che soddisfatti. Non abbiamo ancora avuto modo di provare la Creality CR-10S Pro ma crediamo che questa Alfawise U20 Pro potrebbe essere una degna alternativa, sul lato meramente economico questa ha già vinto la sua sfida, mediamente infatti possiamo acquistarla a circa 80-100€ in meno, questo grazie agli importanti sconti dello store Gearbest che ricordiamo detiene la distribuzione esclusiva dl marchio Alfawise

Coupon= MIDU20PRO

Recensione Alfawise U20 PRO