DJI Mavic Pro – la nostra recensione (Parte1)

Preambolo

L’attesa del piacere è essa stessa il piacere… ebbene si…. avevo iniziato la bozza di questo articolo a fine novembre 2016, no non scherzo…. adesso dopo un attesa smodata, ordini annullati e confermati, finalmente possiamo avere tra le mani questo bellissimo Drone. Ammetto che l’attesa è valsa ogni singolo secondo e in questo momento il piacere è veramente grande, ma facciamo un piccolo passo indietro. Tutti gli interessati del DJI Mavic conoscono già la questione dei ritardi nelle consegne, dovuti ad un vero e proprio boom di richieste, situazione che ha messo in serio imbarazzo la DJI stessa e tutti i vari distributori sparsi per il globo.
Mesi e mesi di attesa per evadere tutti gli ordini e anche noi ovviamente siamo finiti nel calderone, ad un certo punto io personalmente ho deciso di annullare il mio ordine e attendere tempi migliori, marzo per l’appunto e grazie ad un cospicuo sconto ottenuto da Gearbest ho completato un nuovo ordine….. d’altronde questo articolo lo dovevo finire no? 😀

Ho deciso di dividere la recensione in due parti perché sul Mavic c’è tanto da dire… ma allo stesso tempo nella rete si trovano già tante recensioni…
questa prima parte descriverà l’unboxing con le caratteristiche principali e il primo avvio, completerò la seconda parte descrivendo le modalità di volo e il comparto foto/video.

Finalmente ci siamo

Le caratteristiche principali del DJI Mavic PRO sono:

  • Dimensioni e peso ridotti
  • Motori Brushless
  • GPS e GLONASS
  • Sensori Anticollisione anteriori e inferiori, ultrasuoni e video
  • Modalità di Volo manuali: Normale e Sport Mode
  • Modalità di Volo automatiche, quali, Gesture, Active Track, Tap to Fly, Tripod, Cinematic, Terrain Follow, Point of Interest, Follow Me, Waypoints, Home Lock e Course lock (Verranno descritte nella seconda parte)
  • Ritorno automatico a casa
  • Stabilizzazione con gimbal 3 assi
  • Camera 12mpixel Sony IMX377 Exmor R
  • Registra video con risoluzione 4K, 2K e 1080p
  • Scatta foto con 12 megapixels nei formati JPEG e RAW
  • Portata del Radiocomando 4Km in Europa
  • Possibilità di controllo da Smartphone senza radiocomando con Wi-Fi

Si può acquistare in due versioni, la “normale” e la “combo”, la differenza sostanziale sta nella presenza o meno degli accessori extra, oltre al prezzo…

io personalmente ho scelto la normale, che nell’ordine comprende:

  • Il Mavic con una batteria
  • Radiocomando
  • Carica batteria
  • Set di eliche di scorta
  • Cavi adattatori per iPhone e usb type-C
  • Cavo USB per la ricarica del radiocomando e la connessione al PC

La versione COMBO comprende in più: 2 batterie extra, il carica batteria da auto, la borsa, 2 set di eliche e l’accessorio che trasforma in power bank la batteria

Colgo l’occasione per segnalarvi un importante coupon sconto che ci mette a disposizione Gearbest, grazie al coupon è possibile acquistare il COMBO a soli 917€ invece che 1499€ che è il prezzo imposto da DJI

 Coupon=  Mavic912 oppure = DJIMPIT

DJI Mavic Pro COMBO

In 15 giorni vi arriverà a casa con la famosa spedizione Priority Line senza costi doganali, ricordate la garanzia DJI è attiva in qualsiasi store lo acquistiate, dormirete quindi sogni tranquilli!!




Unboxing

DJI Mavic

Tutto era contenuto in una scatola abbastanza resistente.. vi scrivo questo perché la mia è arrivata con gli angoli “spuntati” e con un leggero squarcio in un lato, corrieri maledetti, per fortuna l’interno era salvo, dopo questa lunga attesa ci mancava solo che arrivasse rotto.. 😀

ecco il suo interno con il Mavic chiuso e tutto il resto bello ordinato..

DJI Mavic

quello che salta all’occhio sono le dimensioni, con le braccia chiuse è incredibilmente piccolo e compatto, anche il radiocomando ha dimensioni contenute e anch’esso si “apre” nella parte inferiore per accogliere e stringere lo smartphone che diventerà parte integrante per il completo controllo del drone tramite la app DJI GO 4

sul frontale troviamo la camera con il gimbal e i due sensori (due videocamere) che percepiscono e evitano gli ostacoli, sul posteriore invece troviamo il led di segnalazione, sulla pancia noteremo una piastra in metallo che aiuterà la dissipazione del calore derivato da tutta l’elettronica, al suo interno sono presenti due sensori ad ultrasuoni e altre due camere per il posizionamento con e in assenza di GPS

DJI Mavic

 

Primo avvio

Il Mavic arriva con la batteria parzialmente carica ma vi consigliamo di iniziare con il caricare la batteria e il radiocomando, in circa 40 minuti dovreste ritrovare la carica completa al 100% su entrambi.
Riposizionate la batteria e preparatevi al primo avvio….
Il gimbal con la camera sono protetti da una cupola in plastica trasparente e da un fermo interno che ha il compito di proteggere il gimbal dai movimenti accidentali ATTENZIONE  ricordatevi di levarlo ogni volta che accenderete il Mavic, perche è importante rimuoverlo?
perché in fase di boot il gimbal eseguirà la sua calibrazione automatica, con il fermo in posizione non riuscirà a completare la calibrazione e i motori andranno sotto sforzo, potete intuire che è decisamente meglio evitare, qualcuno ha rotto il suo gimbal per questo! ripeto fate attenzione!!

Posizioniamo lo smartphone nell’apposito alloggiamento nel radiocomando, se necessario sostituite il cavo usb con lo standard micro-usb, type-c o iPhone, ricordate i cavi presenti nel bundle? si servono a questo…

accendete il radiocomando e il drone, la porta usb del vostro smartphone rilevando il radiocomando connesso dovrebbe avviare in automatico l’applicazione DJI GO 4 (versione recente e specifica per i nuovi modelli DJI) sempre se l’avevate già installata in precedenza. Eseguite il login sulla APP  con il vostro account e selezionate il Mavic Pro dalla lista dei quadricotteri DJI presenti. A questo punto se necessario la APP vi proporrà un aggiornamento del Firmware, è molto probabile e vi consiglierei di farlo, portate pazienza ancora un pò….

 

La procedura di aggiornamento è completamente automatica, la stessa potete farla anche da PC con il software DJI Assistant_2, a procedura terminata dovete riavviare il drone e il radiocomando.

Bene, completato il tutto riaprendo la APP il software farà un primo check iniziale controllando che tutti i componenti del Mavic siano funzionanti e calibrati… come potete vedere la check list elenca tutti i componenti e il loro stato

a questo punto non ci rimane che eseguire la calibrazione del compass, posizionatevi in un punto lontano da oggetti ferrosi e da fonti elettromagnetiche in modo di non avere disturbi nella fase di calibrazione, la app stessa vi aiuterà a capire se nelle vicinanze possono esserci disturbi, i potenziometri devono essere verdi, seguite poi le indicazioni a video nella app e in pochi secondi avrete il compass perfettamente calibrato…

siamo quasi pronti per eseguire il primo volo, se la check list non segnala nulla di anomalo e le batterie sono cariche potremo già spiccare il volo ma prima assicuriamoci e verifichiamo alcuni parametri molto importanti, quali:

  • Sensori anticollisione attivi
  • Return to home in caso di perdita segnale
  • Altezza da raggiungere durante il return to home
  • Stato e allarme batteria

Ecco solo ora dopo aver verificato e configurato questi parametri fondamentali siete finalmente pronti per sfasciare…. ehm per inaugurare il vostro Mavic…
state tranquilli… vola praticamente da solo, anzi trasmette anche troppa sicurezza e questo sinceramente non so se sia veramente un bene per i neofiti perché incoraggia nel cercare di raggiungere il limiti di questa fantastica macchina. Mi raccomando usate sempre la testa, il buon senso e non dimenticate che sono pur sempre 1000€ volanti.

Io in passato ho provato vari Droni, dai giocattoli agli assemblati in kit ai moderni RTF… bene questo DJI Mavic è qualcosa di eccezionale, è una roccia di stabilità in qualsiasi situazione, ho avuto modo di provarlo con un vento moderato ma il volo non era influenzato per niente, fantastico!!! Le dimensioni fanno del Mavic il drone perfetto da viaggio, io lo ho acquistato anche per questo e non vedo l’ora di portarlo con me, ho già fatto la prova valigia… 😀

Con la seconda parte di questa mia recensione, come anticipato descriverò le modalità di volo automatiche (Fantastiche) e vi scriverò cosa ne penso del comparto video/foto che ad alcuni ha fatto storcere il naso con vari pareri contrastanti già dal primo debutto. Io personalmente sto cercando di capire quali possono essere i parametri migliori, ma vi rimando alla seconda parte che scriverò presto (lo spero)

Chiudo questa prima parte con un video e vi ricordo il link per acquistarlo con un notevole sconto….. se avete commenti, suggerimenti, insulti da fare potete usare l’apposito spazio qui sotto….. 😀

 

Coupon= Mavic912 

DJI Mavic Pro COMBO

DJI Mavic

 

La condivisione è sapere!! appassionato di tecnologia, di multirotori e di paesi Asiatici... Nel tempo libero mi occupo di ActionCam e Droni