Alfawise U30 – Buona alternativa alla Ender3 – Recensione

Alfawise è un marchio dello store Gearbest, adottano la stessa tecnica Xiaomi, inglobano giovani startup e ne gestiscono la distribuzione, in questo ultimo anno c’è stato un vero e proprio boom del marchio AlfaWise, i prodotti sono molteplici si va dagli smartphone fino agli aspirapolvere, non potevano di certo mancare le stampanti 3D!
Nel nostro blog in passato abbiamo già avuto modo di recensire una stampante 3D Alfawise, la U10, allora non fù un grande successo, era il primo modello che producevano, oggi però dobbiamo ammettere che i nuovi modelli U20 e U30 hanno subito un drastico rinnovamento nell’estetica ma anche nella qualità dei materiali e nell’assemblaggio!
Con questa recensione cercheremo di mostrarvi pregi e difetti di questa nuova AlfaWise U30 che si presenta al pubblico con un prezzo bassissimo considerando le caratteristiche offerte… sistema 24volts, scheda 32bit e display touchscreen a soli 150€ (quando in offerta qui)

Viste le dimensioni viene naturale paragonarla alla Creality Ender 3, altro modello di successo che avevamo recensito gli scorsi mesi QUI

Alfawise U30

Unboxing

Per questo sample ringraziamo lo store Gearbest, essendo un loro marchio al momento ne gestiscono in esclusiva la distribuzione, il pacco è stato spedito con la solita modalità “Linea Prioritaria” con tasse già pagate dal mittente, in Italia è arrivato con il corriere BRT. Le dimensioni del pacco erano abbastanza contenute, questo grazie al fatto che la stampante arriva solo parzialmente montata.

Il tutto era ben protetto da vari strati di gomma piuma, nello strato inferiore era presente la base con l’elettronica già montati, il resto come accennato va montato e settato.
I componenti erano tutti in ordine, nulla mancante o rotto per fortuna!

Oltre ai vari componenti e tutto il necessario per il suo assemblaggio, erano presenti anche alcuni accessori, chiavi esagonali, fascette in plastica, alcuni metri di filamento e la micro SD con adattatore usb.

Montaggio

Nulla di complicato, con la dovuta calma e seguendo punto per punto le dettagliate e chiare istruzioni, in poco più di un’ora dovreste riuscire a completarne l’assemblaggio. Per come sono suddivisi i pezzi ricorda molto la Ender 3, anche in questo caso infatti tutta l’asse X è da montare.
Partite mettendo “in piedi” la struttura assemblando l’asse Z

Per poi procedere con l’assemblare l’asse X, assicuratevi che i pezzi siano perfettamente in linea o vi ritroverete uno dei lati più alto o basso di alcuni millimetri. Come potete vedere dalle foto il gruppo hotend e il gruppo spingifilo arrivano già montati.

Ora posizioneremo il piatto in alluminio e il motore dell’asse Z

La AlfaWise U30 è praticamente già montata… semplice no? 😀

Tutta la parte elettrica, centralina di controllo e alimentatore sono già montati e opportunamente messi in sicurezza, il vostro apporto sarà solamente relativo nel connettere alcuni connettori sul gruppo estrusore, piatto e infine il display touchscreen. A proposito del display ricordiamo che è possibile posizionarlo a piacimento sulla parte sinistra o sulla parte destra, potremo chiamarla…la prima stampante 3D anche per mancini 😀

Caratteristiche Tecniche

La Alfawise U30 è interamente composta in alluminio e metallo, in gran parte condivide gli stessi componenti che troviamo nel modello U20, uguale tutto il gruppo hotend, leggermente diverso invece lo spingifilo che in questo caso è in plastica. La struttura è molto solida, la base è composta a H con profilati 2×4, tutta l’elettronica è integrata nella parte inferiore  riducendo notevolmente gli ingombri, può stare tranquillamente in uno spazio 40×42 centimetri. L’asse Z è dotata di un solo motore ma viste le dimensioni basta e avanza, la qualità dei componenti sembra in linea con gli altri marchi che abbiamo avuto modo di recensire in passato Creality e Geeetech, il sistema d’alimentazione di piatto e hotend è 24volts, tempi dimezzati quindi per essere pronti alla prima stampa!

  • Tipo: Cartesiana FDM
  • Dimensioni: 220x220x250mm
  • Struttura: Alluminio
  • Hotend: MK8
  • Nozzle: 0,4
  • Filamento: 1,75mm
  • Spingifilo: Bowden
  • Funzioni: Sensore sul filamento e ripristino stampa dopo black-out
  • Scheda: 32bit proprietaria
  • Firmware: Proprietario
  • Connettività: SD card, USB
  • Display: 2,8 pollici con touchscreen
  • Può stampare materiali: PLA, PETG, ABS, Wood

Display e Menù di controllo

Il display LCD 2,8 pollici ha una buona definizione e luminosità, il touchscreen è di tipo resistivo, nonostante questo è abbastanza preciso e puntuale, nessuna lode ma nessun problema da segnalare. Sorpresa positiva è stato il menù grafico e le funzionalità possibili!
La schermata Home principale presenta  le seguenti sezioni, selezionabili cliccando sulle rispettive icone:

  • Move Head  Permette di spostare il gruppo hotend sui vari assi X, Z e Y
  • Files                Naviga tra i files gcode presenti nella SD e ne avvia la stampa
  • Extrude        Permette di estrudere filamento e la sua sostituzione automatica
  • Preheating  Scalda piatto e hotend su temperature desiderate o su preset già impostati per i vari tipi di filamento
  • Leveling       E’ il menù che aiuta nel livellamento manuale del piatto
  • Settings        E’ il menù dove possiamo visualizzare e impostare in base al bisogno tutti i vari settings possibili, quali: jerks, step/mm etc..

Questo slideshow richiede JavaScript.




Durante la stampa il menù a sua volta ci mostra una serie di informazioni utilissime e ci permette di modificare alcuni parametri di stampa, quali:

  • Temperatura Hotend
  • Temperatura Piatto
  • Flusso della ventola
  • Velocità di stampa
  • Flow

Questo slideshow richiede JavaScript.

Prime Stampe

Come solito abbiamo iniziato con lo stampare i gcode presenti nella SD e le solite stampe di test, la 3Dbenchy, il cubo 2×2. Inizialmente abbiamo avuto alcuni problemi con l’allineamento della Z, il famigerato “z wobble”… risolto regolando meglio i v-slot tramite i dati eccentrici che trovate su entrambi i lati dell’asse X

Per il momento non è stato necessario modificare gli step/mm dell’estrusore, non abbiamo avuto problemi di sotto estrusione e già questo è stato un buon segno. Il piatto oltre al vetro presenta una pellicola sintetica che facilità l’adesione dell’estruso durante la stampa, funziona talmente bene che in più occasioni abbiamo avuto difficoltà nel rimuoverne l’estruso e lo skirt, vi consigliamo di utilizzare il raft quando possibile, vi aiuterà.
A nostro avviso i risultati di stampa in linea generale sono buoni, la struttura essendo ridotta e senza grandi leve è molto solida, stampando alla velocità di 60mm/s si ottengono risultati ottimi, ma lasciamo giudicare a voi con la galleria che segue…

Però…. la Alfawise U30 ha un unico difetto…

Soffre del disturbo chiamato “salmon skin” nelle stampe particolarmente lisce si intravede un trama non regolare con dei cerchi che ricordano in parte la pelle del salmone, da qui ne trae il nome, giusto per capire vedete la galleria che segue.
Dobbiamo anche dire che non sempre è visibile, dipende dalla stampa, per i perfezionisti comunque è possibile rimediare a questo difetto installando dei Tl-smooter acquistabili su Gearbest

Considerazioni Finali

La stampante 3D Alfawise U30 è indubbiamente ben fatta, buoni componenti e buoni risultati di stampa, gli unici due nei che ci sentiamo di segnalare sono il firmware proprietario, che sia ben chiaro funziona egregiamente, ma per gli aggiornamenti e upgrade sarete sempre vincolati dalla casa madre, ben diverso è avere la libertà di un firmware open source come Marlin ad esempio. L’altro è il difetto segnalato poco sopra, il salmon skin, come spiegato si può rimediare installando il Tl-smoother.. ma non tutti sono disposti a mettere mano all’elettronica, a maggior ragione su un prodotto acquistato nuovo… problema che non si devono mettere tutti coloro che opteranno per l’acquisto di una Ender 3 o di una altrettanto valida Geeetech A10

Il vantaggio più grande su questa Alfawise U30 è il prezzo, su Gearbest infatti è possibile averla per soli 150€ quando in offerta

 

La condivisione è sapere!! appassionato di tecnologia, di multirotori e di paesi Asiatici... Nel tempo libero mi occupo di ActionCam e Droni