Geeetech A10 – Recensione

Geeetech A10 è l’ultimo modello di stampante 3D FDM prodotto dalla casa Cinese Geeetech, chi ci segue conosce già questo marchio, nei mesi scorsi infatti abbiamo avuto modo di recensire la A30 e alcuni filamenti prodotti sempre dalla Geeetech.
La stampante che andremo a recensire oggi segue lo stile della Creality Ender-3, praticamente è un clone della stessa ma abbiamo alcune caratteristiche sostanziali che la differenziano, la prima è la scheda logica, sulla A10 troviamo una GT2560 con driver sostituibili, la seconda è che la A10 arriva parzialmente già montata anche se vanno fatte comunque alcune regolazioni.

Per questa recensione ringraziamo la Geeetech, la stampante che vedrete ci è stata gentilmente offerta, le impressioni sulla stessa sono personali e soggettive, a fine recensione troverete delle foto reali di alcune stampe eseguite con la stessa.

Recensione A10

Unboxing

Il pacco è arrivato dal Belgio con spedizione UPS in appena cinque giorni, è stato inviato dagli stessi magazzini che il venditore ufficiale Geeetech, chiamato GIANTARM-EU, utilizza per le vendite su Amazon Italia. La scatola era in buono stato al suo interno protetta da vari strati di foam la stampante era in perfetto ordine con nulla di rotto.

La foto che segue mostra nel dettaglio tutti i componenti che erano presenti all’interno dalla scatola, come vi avevamo annunciato la A10 è già parzialmente montata.

Geeetech A10

Particolare sulla base con il piatto e sulla parte verticale con il gruppo estrusore..

Riassumendo troviamo:

  • Geeetech A10
  • Alimentatore
  • Display
  • Staffa per il filamento
  • Due schede SD
  • Cavo USB
  • Mousepad con logo
  • Chiavi esagonali e minuteria
  • Filamento PLA in prova

Montaggio

Il montaggio è abbastanza semplice, con una buona manualità dovreste completarlo in circa 40 minuti, la base con la parte verticale si uniscono tra loro avvitando le quattro lunghe viti che troviamo tra gli accessori, ma prima di unire questi due pezzi vi consigliamo di regolare il piatto o più correttamente chiamato “letto riscaldante”, sotto ad esso trovate le ruote che ne permettono lo scorrimento, gradualmente stringete i due dadi eccentrici che trovate su un lato, dovete fare in modo che tutte le ruote abbiano una buona presa sul profilato in alluminio e che non sia presente un gioco sullo stesso. Adesso possiamo procedere con unire i due pezzi principali, puntiamo le quattro viti e gradualmente andremo a stringere, attenzione ai cavi presenti sulla base, evitate che vengano pizzicati durante questa fase.

La nostra A10 inizia già a prendere forma, per completare montiamo il display e l’alimentatore, tra gli accessori trovate le viti specifiche, il display viene tenuto fermo da due viti, idem per l’alimentatore. La staffa porta filamento va posizionata invece in alto verso il lato sinistro della stampante.

A questo punto per completare il tutto dobbiamo collegare i vari cablaggi, niente di complicato tutti i connettori hanno un passo guidato e i cavi per i motori e relativi endstop sono tutti provvisti di indicazioni con le lettere, Y, Z, E, non potrete sbagliare…

La Geeetech A10 è completamente assemblata e quasi pronta all’uso..

Regolazioni finali

Prima di procedere alla prima stampa è necessario eseguire alcune regolazioni sulla barra della X e sul gruppo hotend, più che regolazioni si tratta di stringere meglio le ruote con i dadi eccentrici, anche qui dovete stringere come fatto precedentemente con il piatto, il risultato da raggiungere è il solito, tutte le ruote devono avere una perfetta aderenza con i profilati in alluminio e non devono presentarsi dei giochi meccanici, per capire quando la regolazione è corretta basta cercare di muovere le ruote con le dita, se sentite che scivolano sul profilato stringete ulteriormente.

Caratteristiche Tecniche

  • Stampante FDM
  • Struttura completamente in alluminio
  • Dimensioni di stampa 220x220x260mm
  • Estrusore Bowden MK8
  • Hotend con noozle 0,4mm, dall’aspetto sembra un clone del E3D V6, temperatura massima 250°
  • Letto riscaldato 24 volt con superficie “SuperPlate” temperatura massima 100°
  • Filamenti: ABS/PLA/Wood/PETG/
  • Firmware su base Marlin
  • Alimentatore 220V, DC 24V,360W
  • Peso 7,5kg

La scheda che equipaggia la A10 è una Geeetech GT2560 Rev B 8 bit basata su Arduino + Ramps, la scheda è opensource e ci permette di utilizzare firmware diversi dall’originale, uno su tutti Marlin, in rete si trovano già alcune versioni pronte per la A10. Altro grande vantaggio di questa scheda è la possibilità di sostituirne i driver rendendola più precisa e soprattutto molto silenziosa!
Scontato dirlo ma con la Ender-3 questo non potrete farlo, abbiamo a disposizione anche due slot liberi nel caso volessimo aggiungere un altro estrusore e renderla “bi-color” come il modello gemello A10M di prossima uscita.

Molti pezzi presenti sulla A10 sono in comune con l’altro modello più grande, la A30 che avevamo recensito la scorsa volta QUI, a questo proposito vi segnaliamo che troviamo lo stesso spingi filo, non abbiamo ancora registrato delle sotto estrusioni causate dallo spingifilo, ma se capiteranno sappiamo già cosa andare a sostituire.

Pronti per la prima stampa

Dopo aver scaldato il piatto è necessario livellarlo, la procedura è la solita con il foglio di carta, procedendo su tutti e quattro gli angoli fino al punto centrale del piatto, la superficie è abbastanza regolare e non abbiamo trovato difficoltà nel completare il livellamento. Il sistema a 24 volt permette di scaldare piatto e ugello in appena tre minuti con temperature rispettivamente a 200 e 50°, adesso siamo veramente pronti per la prima stampa!

Rispetto alla A30 non troviamo il display con touch screen, per interagire con i controlli dovremo utilizzare la manopolina sulla destra del display, il menù che si presenta è un classico Marlin, possiamo muovere gli assi, controllare le temperature e aumentare la velocità di stampa;
Per i più esperti è possibile anche mettere mano agli step/mm e alle accelerazioni, insomma ritroviamo la potenza e libertà d’azione che il firmware Marlin offre senza i vincoli registrati aimè con la A30 e il suo firmware al momento ancora poco sviluppato.

Geeetech A10

Le schede SD in dotazione sono ben due, al loro interno troviamo un gcode già pronto, si tratta di un cane ma sinceramente possiamo consigliarvi di evitare di stamparlo, noi abbiamo adattato un profilo per Simplify3D e abbiamo eseguito le stampe che vedrete nella galleria che segue…

Upgrade

Durante i test abbiamo unito l’utile al dilettevole stampando alcuni pezzi per completare la piccola A10, il primo è una copertura per la ventola che troviamo sul suo piccolo case, l’altro è un comodo cassetto per contenere gli attrezzi che troviamo in dotazione, entrambi i modelli sono reperibili free su thingiverse.

Questa mod invece è super veloce da stampare e eseguitela assolutamente, ne va di mezzo la sicurezza, protegge il cavo di alimentazione dell’hotend, che a lungo andare potrebbe rovinarsi sfregando sul lamierino che contiene tutto il gruppo

https://www.thingiverse.com/make:525463

Per finire un altro upgrade che consigliamo di fare è sostituire la ventola presente all’interno del case, è veramente fastidiosa, forse l’unico vero difetto di questa A10

Note

Alla prima accensione abbiamo verificato che i motori funzionassero provando i movimenti dal display, tutto ok tranne per un endstop che sembrava non avere vita, inizialmente credevamo fosse rotto ma aprendo poi il case abbiamo scoperto che il connettore era leggermente sfilato, nulla di grave, dopo averlo fissato meglio l’endstop incriminato ha ripreso a funzionare. Altra nota riguarda i cavi dell’hotend, toccavano leggermente la ventola di raffreddamento creando un pessimo rumore, è stato necessario fissarli meglio.

Conclusioni Finali

La Geeetech A10 è una ottima piccola stampante 3D, scelta ideale se vi state avvicinando per la prima volta al mondo della stampa 3D, i risultati di stampa a nostro avviso sono più che buoni, nonostante le dimensioni ridotte può soddisfare a pieno la maggior parte degli utenti, la qualità dei materiali è buona, ok anche il firmware e non dimenticate che eventualmente siete liberi di modificarla caricandoci Marlin originale. Noi ci sentiamo di consigliarvela, a tutti gli interessati vi ricordiamo che possiamo ottenere ulteriori sconti grazie al buon rapporto instaurato con il venditore, scriveteci o commentate l’articolo per saperne di più.

Dove Acquistare

Qui potete trovare la Geeetech A10 direttamente dallo store ufficiale con tutte le garanzia Amazon Italia

Qui invece il link per l’acquisto della versione con doppio estrusore sul nostro store di fiducia, Gearbest! abbiamo a disposiziona anche un coupon sconto= GBA10M

 

La condivisione è sapere!! appassionato di tecnologia, di multirotori e di paesi Asiatici... Nel tempo libero mi occupo di ActionCam e Droni