Recensione JJPRO X3 HAX

Nuovo interessante Drone con GPS dalla JJRC casa cinese conosciuta per modelli entry level con ottima qualità a prezzi contenuti, in passato abbiamo già recensito parecchi prodotti JJRC, ricordiamo il velocissimo X1 i piccoli H31  e H32GH il H11WH e infine il Racer P130. Possiamo affermare che è un marchio che conosciamo bene, questa volta è il turno del X3 HAX, il suo aspetto ricorda molto l’Hubsan H501S o il Bugs 2, recensiti anche quelli, le dimensioni però sono leggermente più contenute, il suo interasse tra motore e motore è di 25,5cm e il peso poco più di 380 grammi batteria compresa.

Le modalità di volo sono le classiche che troviamo con i modelli dotati di GPS, atterraggio e decollo automatici, ritorno a casa in caso di emergenza e all’approssimarsi dell’esaurimento della batteria..

Ma andiamo avanti e vediamo caratteristiche e aspetto di questo nuovo JJPRO X3

Per questo sample gratuito ringraziamo lo store Cinese Tomtop, altro nostro partner consolidato. A fine recensione troverete un’interessante sconto riservato ai nostri lettori!

JJPRO X3

Curiosità

Questo modello viene commercializzato anche dalla Eachine con il nome EX1

Unboxing

Potrebbe sembrare banale ma ci tengo a evidenziare la buona cura del package, la scatola è robusta e al suo interno ogni componente era ben protetto da vari strati di foam, mi ha ricordato l’imballo che trovai nell’Eachine Racer 250, tutto era in perfetto ordine;
Il bundle comprendeva:

  • Drone JJPRO X3 HAX (con la sua batteria in posizione, ma con i contatti isolati)
  • Radiocomando
  • Modulo Video-FPV
  • Staffa per smartphone (da montare sul radiocomando)
  • Set di eliche autoserranti (1+1 di scorta)
  • Set di attrezzi (cacciavite, chiave per sbloccare le eliche)
  • Cavo USB per la ricarica
  • Manuale di istruzioni (in inglese ma veramente completo e chiaro con illustrazioni varie, forse il migliore che ho mai visto in questa classe di prodotti)

Se avete prestato attenzione alle immagini avrete sicuramente notato una mancanza, l’assenza del carica batteria, la batteria in dotazione è una due celle 7,4V da 72000mAh e per la sua ricarica basterà un semplice caricatore per smartphone con cavo usb micro, un circuito interno si occuperà della bilanciatura. Le eliche sono da 7,5 pollici autoserranti, come di norma hanno stampate le indicazioni del senso di rotazione e marchiate A/B per aiutarvi nel corretto posizionamento (errore banale dei neofiti è posizionare male le eliche, risultato nel migliore dei modi non volerà)

Questo slideshow richiede JavaScript.


Il Radiocomando

Il Radiocomando 6 canali, Mode-2, con frequenza 2.4Ghz e utilizza il protocollo PPM, molto luminoso e dettagliato  il display LCD con la telemetria che troviamo al centro nella parte bassa, la qualità delle plastiche anche se economica sembra buona, idem l’assemblaggio, non ho percepito strani scricchiolii, tutto è completamente nero e leggermente satinato facilitando la sensazione di “grip”. I comandi sono completi, abbiamo il pieno controllo di tutte le funzionalità, notate il throotle che rimane sempre al centro, per il posizionamento in hoovering infatti si occuperà il software grazie al GPS e al barometro. Sul lato superiore destro è presente uno switch tre posizioni che ci permetterà di impostare le modalità di volo, gli altri tasti che troviamo a margine del display non sono “finti” come capita spesso in questa classe economica, ma ognuno ha una determinata funzione, partendo dal lato sinistro troviamo:

  • Camera (scatto di una foto)
  • Video (farà partire la registrazione)
  • Speed Control (aumenterà la risposta dei movimenti e sensibilità dei comandi – il Drone andrà più veloce)
  • One Key Take off (tenendo premuto attiverà il decollo automatico)
  • One Key Landing (tenendo premuto atterrerà automaticamente)
  • Headless Mode (comandi semplificati per i neofiti)

Manca un indicazione, abbiamo a disposizione un ulteriore comando che disabilita il Fence Mode. Vedete il manuale di istruzioni per la corretta attivazione.

La staffa che troviamo in dotazione permette di posizionare lo smartphone per l’utlizzo della sua APP e avere lo streaming video via Wi-Fi. Il radiocomando è alimentato da quattro pile AAA da 1,5 volts

Il Drone

Ecco finalmente in bella mostra questo JJRC JJPRO X3 
la colorazione è totalmente bianca con alcuni inserti in grigio, come scritto precedentemente l’aspetto ricorda molto l’Hubsan H501 o il suo fac-simile MJX Bugs2, la differenza sostanziale sono le dimensioni, più contenute in questo caso. La linea è gradevole, al tatto sembra abbastanza compatto e resistente, sotto ogni motore troviamo delle cupole semi trasparenti, contengono i led di segnalazione, alle estremità invece troviamo dei gommini che faranno da carrello. Sul dorso superiore è presente il tasto ON/OFF e sullo stesso è integrato un led multicolore che ripeterà i colori corrispondenti lo stato del drone, vedete il libretto per la leggenda dei colori e dei vari stati.

JJPRO X3

la batteria si posiziona dalla parte posteriore del drone, un sistema ad incastro la manterrà fissa e salda, per rimuoverla dobbiamo esercitare una pressione decisa sulla linguetta, i connettori interni non utilizzano uno standard conosciuto quindi non sarà possibile adattare altre batterie, solo le sue originali.

Modulo Video – FPV

Come vedrete questo JJPRO X3 ha un particolare interessante, il modulo che contiene la camera e il sistema FPV è separato dal resto del Drone, per utilizzarlo dobbiamo inserirlo nel suo apposito slot, su un lato del modulo è presente la fessura per inserire la nostra micro SD per le foto e i video, sul lato superiore invece sono visibili i contatti che andranno ad alimentare lo stesso quando in posizione, in basso infine potete notare le due antenne per la trasmissione dello streaming video. La soluzione è interessante in vista di eventuali upgrade se mai ci saranno.

Specifiche Tecniche

  • Flight Controller con giroscopio 6 assi
  • GPS + Barometro
  • Motori Brushless 2300KV 1806
  • Eliche 7,5 pollici autoserranti
  • ESC 12A
  • Radiocomando 2.4 6 canali
  • Range d’azione 500metri
  • FPV via WiFi con range d’azione 200 metri
  • Batteria 7.4V 2000mAh Lipo
  • Autonomia di volo 15-17 miuti

Modalità di Volo

Le modalità di volo disponibili principalmente sono due, Altitude (solo con barometro attivo) e GPS, come accennato prima, sono selezionabili dallo switch a tre posizioni che troviamo sul lato destro del radiocomando, prima posizione per Altitude, seconda per il Gps, la terza posizione attiva il RTH (ritorno a casa automatico)
Oltre a queste modalità abbiamo  due funzioni molto comode per i neofiti, sono il decollo e l’atterraggio automatici, semplicemente premendo un tasto il drone si alzerà in volo e attenderà in hoovering a tre metri d’altezza i nostri comandi.

Video e FPV (via WiFi)

Il volo in prima persona (FPV) è possibile grazie alla sua APP dedicata installabile su dispositivi Android o iOS, il canale di comunicazione che utilizza è il WiFi sulla frequenza 5Ghz, posizionando il nostro smartphone sulla staffa specifica nel radiocomando avremo la possibilità di seguire in tempo reale le immagini riprese dal Drone, non possiamo considerarlo un fpv “puro” perche è presente un leggero lag nelle immagini, ma con la dovuta attenzione renderà bene l’esperienza di volo in prima persona!
Devo segnalare però un problema che si presenta con la connessione Wi-Fi nei device Android (su iOS tutto ok), prima di tutto dovete avere uno smartphone che abbia la frequenza 5Ghz e in secondo luogo deve avere abilitato il canale 149
Ora senza entrare troppo nel dettaglio, per ogni regione geografica ci sono dei canali assegnati e utilizzabili, in Europa questo canale solitamente non viene utilizzato, risultato… il vostro smartphone non vedrà la connessione e sarà impossibile utilizzare la app e l’FPV del Drone. Il mio Xiaomi MI 6 ad esempio non la vede, personalmente ho risolto utilizzando il Tablet, sono in contatto con altri recensori che lo stanno provando e mi confermano lo stesso problema, siamo in attesa di un upgrade dalle casa madre, editerò la recensione quando avrò novità in merito.

Primo volo e mie impressioni

Prima di tutto vi consiglio di leggere il manuale di istruzioni e eseguite la calibrazione del compass, è un ‘operazione da fare per assicurare che il software interpreti a dovere i dati registrati dalla IMU, indispensabile da fare la prima volta, successivamente è consigliata quando vi spostate di molti chilometri rispetto al vostro abituale campo volo, l’operazione è abbastanza semplice e spiegata dettagliatamente sul manuale.
Adesso siamo pronti al primo volo! dando per scontato che la batteria sia carica, dovete “armare”  i motori posizionando entrambi gli stick del radiocomando verso il basso e verso il centro, dopo un attimo vedrete le eliche girare, ora non vi resta che dare gas e iniziare il volo. Per i neofiti o per i pigri si potrà utilizzare il tasto per il decollo automatico ovviamente. Attenzione se dopo aver armato i motori non ci sarà nessun impulso sui comandi da parte vostra, il drone in automatico gli “disarmerà” passati 6 secondi.

Il volo è molto stabile, dopo aver agganciato i satelliti il posizionamento in hoovering è abbastanza preciso, vi consiglio però di attendere che abbia agganciato i satelliti, potete verificare dalla telemetria presente in grafica sul radiocomando, verificato questo aspetto potete eseguire in piena tranquillità decollo e atterraggi automatici, posizionate lo switch nella posizione intermedia e buon divertimento!

Il return to home ha funzionato senza problemi, lo scarto è stato di circa un metro, non precisissimo ma non dimentichiamo che è un modello entry level.

Possiamo volare anche indoor senza l’ausilio della copertura del GPS, in questo caso solo il barometro vi aiuterà nel tenere la posizione, il resto sarà sotto il vostro completo controllo, prestate attenzione!

Non mi soffermo nel descrivere la resa video perchè è alquanto imbarazzante, se cercate un drone da “riprese” orientatevi su un altro modello, la camera dovrebbe riprendere in HD ma il risultato è scarso, stesso discorso per le foto, la camera insomma.. è presente solo per l’FPV

Vi lascio questo video dove mostra le prestazioni di volo, eseguendo la prova e le riprese mi sono divertito, non me l’aspettavo ma è anche discretamente veloce! vedete il video e giudicate voi stessi!

Dove si può acquistare?

Noi ringraziamo lo store Cinese TomTop  per averci inviato questo sample gratuito, rendiamo il favore consigliandovi di acquistarlo da loro…
Al momento è in offerta a 120€

✔️Prezzo= 120€