ThiEYE si è distinta l’anno passato per l’ottima T5e e, in attesa di poter recensire le nuove T5e Edge ed E7, vediamo la V5s, un modello di fascia media con alcune peculiarità.

Packaging

La ThiEYE V5s arriva nella classica scatola rettangolare che abbiamo già visto molte volte, con la parte alta occupata dalla cam dentro alla sua custodia impermeabile mentre nella parte inferiore trova posto la scatola con i vari accessori.

Per via della peculiarità della ThiEYE V5s, che vedremo approfonditamente dopo, alla solita lista di accessori se ne aggiungono due, ovvero un filtro polarizzatore CPL e un filtro UV.

Ecco quindi la lista degli elementi presenti nella confezione:

  • ThiEYE V5s
  • Custodia subacquea fino a 60 metri
  • 1 sportellino forato
  • 1 adattatore per i filtri
  • 1 filtro CPL
  • 1 filtro UV
  • 1 basetta con rotazione a 360°
  • 1 slitta con rotazione a 360°
  • 1 adattatore 1/4″-GoPro
  • 1 basetta adesiva
  • 2 inserti antifog
  • 2 adesivi 3M
  • 1 attacco per bicicletta
  • 1 cavo USB-miniUSB
  • Guida rapida
  • Panno per pulizia
  • Sacchetto

La cover è dichiarata come resistente fino a 60 metri di profondità e la chiusura è del “vecchio tipo”, ovvero una semplice chiusura a scatto, senza sicurezze extra come invece abbiamo trovato in altre cam.

Action cam

La ThiEYE V5s presenta un form factor classico, con dimensioni  59 x 41 x 33 mm. Le dimensioni, per quanto simili, sono diverse da quelle delle GoPro Hero 3/4, quindi risulta incompatibile con le custodie di tali cam.

Acquista ora su GearBest! Acquista ora su Banggood!

Fin dalla prima occhiata si capisce qual è la peculiarità di questa action cam: la possibilità di utilizzare dei filtri applicati sulla lente. Attorno alla lente è infatti presente una filettatura che, con l’adattatore da 39 mm fornito, risulta compatibile con molti dei filtri in vendita (e in ogni caso esistono adattatori per i filtri da 52 mm). La misura di 39 mm mi è sembrata inizialmente molto strana ma indagando ho scoperto che è una misura piuttosto comune; non la più comune ma comunque facilmente trovabile

L’aspetto è decisamente premium, con un corpo di plastica nera con una texture in finto carbonio e alcuni inserti in alluminio.
Frontalmente troviamo l’ampia lente (più grande del solito) circondata dalla filettatura e protetta da un frame arancione avvitato quando non si stanno usando i filtri; a fianco il pulsante di accensione/spegnimento e il marchio ThiEYE in rilievo.
Dietro gran parte del posto è occupato dall’ampio schermo da 2 pollici, con risoluzione 320×240 px, affiancato da 2 LED, uno rosso che si accende durante la ricarica e uno blu che si accende a cam accesa.
Sul lato destro solamente due tasti freccia, di cui uno con la funzione di accensione del WiFi, con al centro un LED blu che si accende attivando la connessione WiFi.
Sul lato di sinistra è presente uno sportellino che protegge i vari ingressi e uscite: una porta miniUSB, una porta microHDMI, lo slot per la microSD e i fori del microfono.
Sopra troviamo il tasto di shutter, un ulteriore LED blu e i fori di uno dei microfoni.
Infine, sotto troviamo la filettatura da 1/4 di pollice (ottimo!), un terzo LED blu e il vano per la batteria: lo sportellino è il migliore visto finora sulle varie cam, con un cursore per il bloccaggio e l’apertura a molla.

La scheda tecnica non è esaltante, non ci troviamo davanti ad una action cam in grado di registrare nativamente in 4K o dalle mirabolanti prestazioni, però dobbiamo dire che la V5s se la cava piuttosto bene: forse alcuni marchi sbagliano a non utilizzare soluzioni marcate AllWinner.

Ecco quindi la tabella riassuntiva delle principali specifiche tecniche, per la lista completa rimando alla nostra pagina dedicata:

Processore AllWinner V3
Sensore Omnivision OV489 – 4 MP
Display LCD 2″ – 320×240 px
Connessioni WiFi, miniUSB, microHDMI
Stabilizzazione Elettronica
Risoluzione Video 4K – 30 fps (interpolato)
2,7K – 30 fps (interpolat0)
1080p – 60/30 fps
720p – 120/60 fps
Risoluzione Foto 12 MP (4000×3000 px) 4:3 (interpolato)
8 MP (3264×2448 px) 4:3 (interpolato)
5 MP (2592×1936 px) 4:3 (interpolato)
Dimensioni 59 x 41 x 33 mm
Peso 66 grammi (batteria inclusa)
Batteria 1180 mAh – 3,7 V – 4.4 Wh
MicroSD fino a 128 GB

Abbastanza deludente, perlomeno sulla carta, la scelta del sensore, ricaduta su un anonimo Omnivision OV4689 da soli 4 MP (qui un breve datasheet). Se da una parte il numero piuttosto basso di MP è ininfluente per la risoluzione video (il fullHD impiega circa 2 MP e in ogni caso il processore non riuscirebbe a registrare in 4K, che impiega 6,6 MP), resta però scarso per la parte fotografica, che quindi necessita di una interpolazione in ognuna delle tre risoluzioni (5, 8 e 12 MP).

Il sensore con pochi MP non è però soltanto un difetto: per quanto piccolo (misura solo 1/3″) la poca densità di pixel sfocia in dimensioni maggiori di quest’ultimi, che infatti misurano 2 µm, ben di più di quelli di molte action cam più blasonate. Ciò si dovrebbe ripercuotere in una maggior qualità con poca luce, ma vedremo se è così più giù nella recensione.

Lato CPU troviamo un rodatissimo AllWinner V3, che rinnega quanto ci era stato comunicato tempo fa, ovvero che la V5s fosse equipaggiata con un nuovo AllWinner V5 dalle caratteristiche decisamente migliori.

Acquista ora su GearBest! Acquista ora su Banggood!

Menù & Funzioni

Il menù, che si ragiunge semplicemente cliccando 4 volte il tasto di accensione, è razionale e ben organizzato, come dovrebbero sempre essere i menù.

Nella prima schermata, dedicata alla parte video, troviamo la scelta delle risoluzioni, la scelta dell’intervallo tra i vari scatti per un videolapse, la durata dei filmati in loop e il framerate dei video in slowmotion automatici. Infine una casella per decidere se registrare o meno l’audio.

Nella schermata dedicata alla parte fotografica troviamo la scelta della risoluzione delle foto, del tempo per l’autoscatto, l’intervallo tra i vari scatti per un timelapse e le foto al secondo da scattare con la funzione burst: quest’ultima scelta propone addirittura 10 foto al secondo, un valore decisamente molto elevato.

Il penultimo menù è dedicato, come intuibile, ai vari settaggi avanzati: WiFi, Car Mode, G-Sensor, esposizione (7 stop, da -3 a +3), bilanciamento del bianco (4 opzioni + auto) e molto altro, come potete vedere dalle foto.




Nell’ultimissimo menù trovano posto poche opzioni: la scelta della lingua, l’impostazione di data e ora, la formattazione della microSD, il reset delle impostazioni e la visualizzazione della versione del firmware installato (il nostro è il TI/UN6-170607-V5.0).
Lato lingua e traduzioni troviamo ben 14 scelte, italiano incluso; l’italiano è tradotto bene, anche se alcune funzioni sono più comprensibili in inglese, lingua che ho lasciato impostata per la nostra recensione.

Da sottolineare una funzione che non troviamo in molte action cam: lo zoom.
Tenendo premute le due frecce, infatti, si può zommare fino a 4x, agendo con step da 0,1x ciascuno.

I filtri

Come detto in precedenza, la ThiEYE V5s si contraddistingue per la possibilità nativa di utilizzare i filtri ed include nel packaging due filtri da applicare alla lente: un filtro CPL e un filtro UV.

Il filtro CPL è un filtro a polarizzazione circolare, in grado di polarizzare la luce e quindi di dare notevoli benefici: si può utilizzare per saturare i colori, come per diminuire i riflessi sulle superfici riflettenti (vetro, acqua, neve, ecc).
Bisogna tuttavia ricordare i limiti del filtro: intanto in controluce gli effetti sono minimi, quindi non si potrà aumentare sensibilmente la bellezza delle foto in tali circostanze; in seconda battuta, occorre ruotare il filtro CPL per trovare il punto col beneficio maggiore, quindi non è in alcun modo utilizzabile durante i video e comunque comporta una buona manualità e un po’ di tempo extra.
Tempo fa facemmo una piccola analisi del filtro polarizzatore per la Yi prima versione: se siete curiosi, la trovate a questo indirizzo.
Per le foto ringraziamo nikonshool.it, a cui le abbiamo “rubate”: trovate il loro articolo, veramente completo e dettagliato, qui.

Il filtro UV dovrebbe in teoria aiutare a migliorare il contrasto generale dell’immagine rendendo l’immagine più nitida; nella pratica però i filtri UV non danno praticamente nessun vantaggio visibile e sono usati essenzialmente come protezione della lente.
Anche con la ThiEYE V5s le cose non cambiano e il filtro ultravioletto non regala un aumento sensibile di qualità.

Acquista ora su GearBest! Acquista ora su Banggood!

Foto & Video

Come già detto, il sensore non supera i 4 MP e quindi gran parte dei risultati in questa sezione (tutte le foto e la registrazione in 4K)  sono frutto di interpolazione.

Tutti i file originali sono scaricabili, senza alcuna modifica, cliccando qui.

Foto

Peccato non avere nemmeno una risoluzione in formato 16:9, cosa strana visto che il sensore è nativamente in tale formato.
Come possiamo vedere, è difficile ingrandire senza avere una notevole “pixellatura” delle immagini.. Colpa del sensore..

Video

La qualità del fullHD non è malvagia, peccato però che sia assente la stabilizzazione elettronica, che nell’ultimo periodo troviamo sulla maggior parte delle action cam.

Proprio per questo motivo, nel primo video ho preferito utilizzare un gimbal (ho usato il mio Feiyu Vimble C che abbiamo recensito qui).
Nel test di stabilizzazione ho invece montato la cam sull’auto radiocomandata WLtoys A979.

App

Lo sappiamo, le applicazioni dei marchi cinesi non sono mai eccellenti. L’app della ThiEYE V5s, condivisa anche con le sorelle maggiori, è tuttavia godibile, con molte opzioni modificabili e senza un lag troppo ampio nell’anteprima.

Come spesso capita, anche con questa app può essere necessario disabilitare temporaneamente la connessione dati; solitamente questa è una soluzione misteriosa e bisogna chiedere prima di scoprirla, in questa app invece l’avviso compare in automatico: ottimo!

Conclusioni

La ThiEYE V5s è una action cam particolare, che si discosta dal concetto classico di “action” cam per avvicinarsi più ad una fotocamera compatta. Ciò lo si denota dall’utilizzo dei filtri, pensati per fotografare lasciando spazio all’immaginazione. Non viene però sacrificata troppo la parte video e la qualità non è male.

L’acquisto o meno della V5s sta molto nel prezzo a cui viene proposta: attualmente la si trova a 68 euro su GearBest e a 71 euro su Banggood, cifre tutto sommato giuste, sebbene con poco di più si possa cquistare una cam con il 4K nativo.

Consigliata? Beh, diciamo che non la sconsiglio, però non la metterò nella classifica delle migliori action cam, in quanto non svetta in nessun campo e ha un hardware ormai vecchiotto. Da apprezzare l’ottimizzazione del processore, che, in un momento in cui la rincorsa all’ultimo modello è senza sosta, riesce a regalare ottimi risultati a distanza di svariati anni dalla creazione.

Acquista ora su GearBest! Acquista ora su Banggood!

Link Utili

Studente di ingegneria meccanica e appassionato di tecnologia in generale. Mi sono avvinato al mondo della action can grazie ad una XiaoYi Yi e da allora non mi sono più fermato!