Iniziamo la recensione ringraziando subito Banggood per averci fornito questo sample dandoci la possibilità di recensire questo ottimo prodotto, James Donkey 610 tastiera meccanica dedicata ai gamers, ma non solo!

Per chi non fosse a conoscenza della differenze tra una tastiera meccanica ed una a membrana (le classiche tastiere che troviamo in commercio nella grande distribuzione nonchè quelle più presenti nelle case e negli uffici) facciamo una breve introduzione per spiegare in parole semplici cosa è una tastiera meccanica. Le tastiere “classiche” sono costituite da un’unica membrana stampata che una volta premuta tramite i tasti, attiva un circuito corrispondente alla lettera pigiata. Questo comporta il dover premere fino in fondo il tasto rendendo la scrittura più lenta. Le tastiere meccaniche sono invece costituite da singoli tasti che chiudono direttamente un circuito tramite appunto un’azione meccanica. Questo comporta il fatto che il tasto viene attivato anche se viene premuto per metà rendendo la scrittura più fluida e veloce (ma anche un po’ più rumorosa). Un altro vantaggio delle tastiere meccaniche è la possibilità di estrarre ogni singolo tasto per poterlo sostituire nel caso si consumi/rompa o per personalizzare la propria tastiera, ma anche per poterla pulire più facilmente.

Fatta questa premessa passiamo alla James Donkey 610, una tastiera meccanica di fascia media caratterizzata da un design accattivante e da un ottimo feedback di digitazione.

Unboxing, costruzione e design

La JD610 arriva all’interno di una semplice scatola nera, all’interno della quale troviamo la tastiera, il supporto per il polso e un tagliandino per la garanzia (valida solamente in Cina).

Appena la si estrae dalla scatola, si avverte subito il suo peso di 957 grammi dovuto in parte alla sua superficie metallica satinata. Se da un lato può sembrare un peso eccessivo per una tastiera, dall’altro restituisce una sensazione di solidità e grazie proprio al suo peso risulta molto stabile durante la digitazione. Stabilità favorita anche dai piedini gommati posti sul fondo che impediscono alla tastiera di scivolare sul tavolo. La carcassa della tastiera, così come il supporto per il polso, è realizzata in plastica ABS nera satinata.

Sul retro sono posizionati i due piedini per poter rialzare la tastiera di 15mm portando la superficie della stessa a 34mm dal tavolo nella parte retrostante. Anche per questo torna molto utile il supporto per il polso (largo 60mm), che aumenta notevolmente il comfort durante la digitazione, ma è possibile utilizzare la tastiera anche senza quest’ultimo. Il cavo di tipo USB è lungo 180cm ed è dotato di filtro antidisturbo.

Una delle cose più importanti di una tastiera meccanica sono i tasti (o switch). La James Donkey 610 monta degli switch Outemu (di tipo rosso in questo sample, ma è disponibile anche la versione blu). I copri tasti, i keycaps, sono in ABS nero fatta eccezione per la lettera/simbolo che è trasparente, sono di misura standard e facilmente sostituibili. Il font utilizzato su questi keycaps è moderno e accattivante. Il layout è US e la tastiera è composta da 104 tasti, incluso il tastierino numerico.

Nel complesso la tastiera misura 45cm di lunghezza, 15cm di larghezza e 3,5cm di altezza nel punto più alto (inclusi i tasti) e pesa 957 grammi.

Digitazione e layout

Per chi non è abituato alle tastiere meccaniche, all’inizio l’effetto è strano in quanto il feedback che restituiscono gli switch è molto diverso rispetto alle tastiere a membrana, ma è solo questione di tempo e una volta abituati non tornerete più indietro! Infatti per digitare è sufficiente premere a metà il tasto che risulta abbastanza morbido e sensibile e questo rende la scrittura più fluida e meno faticosa. In qualche caso, ma solo inizialmente, mi è capitato di cliccare involontariamente due volte lo stesso tasto o cliccarne un altro per sbaglio soltanto appoggiando sopra il dito, questo perché gli switch di tipo rosso hanno un corsa lineare e molto morbida e sono più indicati per i gamers che hanno l’esigenza di premere i tasti molto velocemente. Se non avete questo tipo particolare di esigenza potrebbero essere più adatti gli switch blu che hanno un leggero click durante la pressione. Inoltre gli switch rossi sono caratterizzati dall’assenza di rumore intrinseco e la rumorosità della digitazione è data quasi esclusivamente dallo “sbattere” dei keycaps sulla superficie della tastiera quando raggiungono il fine corsa.

Gli switch Outemu hanno una corsa totale di 5mm e un tempo di risposta di 3ms ed hanno una vita stimata di 50 milioni di battiture. La James Donkey 610 è di tipo NKRO ovvero è in grado di registrare tutti i suoi tasti anche se premuti contemporaneamente. Questa caratteristica verrà sicuramente molto apprezzata dai gamers e da chi scrive molto velocemente, come ad esempio gli stenografi. La barra spaziatrice è leggermente traballante, come in quasi tutte le tastiere data la sua lunghezza, ma il click viene effettuato anche premendo sugli angoli della barra senza colpire mai a vuoto.

Come accennato precedentemente il layout è di tipo US, ovvero rispetto al layout italiano mancano le lettere accentate e i simboli sono riposizionati in modo diverso (le lettere ed i numeri invece sono al loro posto). Questo significa che tramite PC sarà necessario cambiare il layout di digitazione per dare una corrispondenza tra i tasti e ciò che digitiamo realmente. Io invece ho preferito mantenere sul PC il layout italiano, in quanto dopo anni di utilizzo del PC ricordo esattamente dove sono i simboli e le lettere accentate. Se però questo costituisce un ostacolo, in commercio sono disponibili set di adesivi da applicare sui keycaps oppure è possibile acquistare un set di keycaps nuovi con layout italiano per sostituire quelli presenti.

Funzioni e retroilluminazione

Come tutte le tastiere moderne, anche la James Donkey 610 integra il tasto FN (function) che combinato ad altri tasti permette di eseguire operazioni extra rispetto a quelle tradizionali delle tastiere. In questo caso il tasto FN ci permette di accedere a delle scorciatoie molto comode, elencate di seguito:

FN + F1 apre Esplora risorse
FN + F2 apre il browser predefinito o nel caso sia già aperto, vi porta alla pagina iniziale preimpostata
FN + F3 apre il programma predefinito per la posta
FN + F4 apre il programma predefinito per i file multimediali
FN + F5 durante la riproduzione di audio/video, passa al file precedente
FN + F6 durante la riproduzione di audio/video, passa al file successivo
FN + F7 avvia o mette in pausa il contenuto audio/video
FN + F8 interrompe la riproduzione del file audio/video
FN + F9 aumenta il volume generale
FN + F10 diminuisce il volume generale
FN + F11 muta il volume generale
FN + F12 apre la calcolatrice
FN + SL cambia l’effetto della retroilluminazione
FN + ⇧ aumenta la luminosità
FN + ⇩ diminuisce la luminosità
FN + ⇨ aumenta la velocità dell’effetto della retroilluminazione
FN + ⇦ diminuisce la velocità dell’effetto della retroilluminazione

Se la tastiera da spenta ha un aspetto minimalista e sobrio, una volta acceso il PC acquista tutto un altro carattere. Infatti i tasti sono retroilluminati in diverse fasce di colori ed è possibile scegliere tra ben 12 effetti diversi! E’ possibile anche regolare la luminosità in 5 diversi livelli fino a spegnerla, ma al buio i simboli sui tasti non saranno ben visibili. La luminosità massima non è mai fastidiosa nemmeno con la luce della stanza spenta grazie alla trasparenza opaca dei keycaps. Anche se sembra scontato (ma in verità non lo è), una volta spento il PC anche la tastiera si spegne automaticamente.

Descrivere tutti i vari effetti di retroilluminazione a parole potrebbe non essere semplice, quindi ho preparato un video che potete vedere qui di seguito.

Conclusioni

La James Donkey 610 si caratterizza soprattutto per un design decisamente accattivante, grazie anche agli effetti dei led ed al font utilizzato, ma oltre all’estetica si è rivelata una tastiera costruttivamente molto solida. La digitazione è sempre fluida e precisa e non ho mai riscontrato incertezze di alcun tipo. Gli switch Outemu si comportano bene e restituiscono un bel feedback, molto più appagante di quello delle tastiere a membrana. Sappiamo che non ci troviamo davanti ad un prodotto per gamers professionisti, ma al prezzo a cui proposto è davvero un ottimo prodotto adatto sia ai giocatori, sia agli utenti tradizionali.

James Donkey 610 è disponibile nella versione con switch rossi o blu ed è acquistabile su Banggood a QUESTO indirizzo e inserendo il coupon riceverete il 12% di sconto!  Coupon: PCNetwork