DJI Spark – Il nostro Unboxing

Ho aperto la scatola e la prima cosa che ho pensato mi ha ricordato un termine spesso usato da HumanSafari… ho esclamato “che piccolo” 😀

Il nostro DJI Spark da recensire è arrivato, ennesima gentile concessione di Gearbest e ennesima dimostrazione di fiducia, veramente GRAZIE!

Per chi non conoscesse ancora il DJI Spark vi rimandiamo ad un nostro precedente articolo di presentazione QUI e riassumiamo brevemente quotando alcuni passaggi dell’articolo:

DJI ora riesce a coprire tutte le fette di mercato con i suoi modelli,  ha presentato infatti anche il suo “Selfie Drone”

IL DJI Spark punta sulla semplicità d’uso e sulla portabilità, sfoggiando dimensioni e peso ridotti all’osso, il corpo può stare tranquillamente nel palmo della mano con un peso di soli 300 grammi, ma non perdiamo il focus sul “palmo della mano” il DJI Spark infatti presenta una serie di funzioni automatiche gestibili e controllabili dalle nostre mani, abbiamo delle nuove “gesture” e la possibilità di decollare e atterrare in completo automatismo dal palmo della nostra mano.

Lo Spark si può controllare tramite wi-fi con la APP DJI-Go 4 sul nostro smartphone, Android e iOS, oppure tramite radiocomando, in entrambi i casi c’è da tenere conto che: con il Wi-Fi il range di controllo sarà molto limitato, 100 metri esagerando, ma si risparmierà sul prezzo, con il Radiocomando invece si può arrivare a 2km ma sarà necessario acquistarlo a parte facendo salire sensibilmente il prezzo.

Ma torniamo al nostro Unboxing

Il DJI Spark è arrivato in appena 12 giorni con la spedizione di Gearbest chiamata Priority Line, si la solita che vi consigliamo spesso… è economica, veloce e senza sorprese!! La scatola è veramente minuscola la sue misure sono di 25x7x20cm, il suo peso leggerissimo, per poco  credevo fosse vuota, la colorazione è tutta bianca e presenta in bella mostra una foto dello Spark

Spark

al suo interno troviamo una scatola rettangolare più piccola e un contenitore più grande entrambi neri

all’interno del primo erano presenti il carica batterie con il cavo USB (micro) e alcuni piccoli libretti con avvertenze e garanzia, come potete vedere il carica batteria è molto simile a quello che possiamo trovare con uno smartphone.

l’altra scatola conteneva ovviamente il bellissimo DJI Spark e un set di eliche di ricambio, possiamo dire che DJI si sia sprecata…

Spark

Il piccolo Spark arriva con la batteria posizionata nel suo slot, tra l’altro sembrava totalmente scarica, infatti non ha dato nessun segno di vita se non dopo essere stata collegata al caricatore.  Le eliche erano già montate, la camera e i sensori anteriori erano protetti da una pellicola trasparente.

al posteriore nascosto da uno sportellino troviamo la porta usb per la ricarica e la connessione al pc, al suo fianco lo slot per la micro SD, aggiungo ancora una volta che la DJI si è sprecata… almeno una SD potevano mettercela…

Spark

Ribadisco.. non mi aspettavo fosse veramente cosi piccolo…

eccolo paragonato con lo “Zio” 😀

adesso non ci resta che trovare il tempo di provarlo e iniziare a scrivere la recensione che vi avevamo promesso, il nostro sample come avrete notato non ha il radiocomando ma abbiamo provveduto ad acquistarlo qui, vi anticipiamo già da ora che senza il Radiocomando il DJI Spark è molto limitato.
Chiudiamo l’articolo ricordandovi che lo Spark è possibile acquistarlo su Gearbest ad un prezzo veramente interessante… in base alle offerte varia tra 470 e 450€ con o senza coupon.. per rimanere aggiornati sull’andamento degli sconti unitevi anche al canale Telegram

Canale Telegram di GEARBEST
❌Coupon:SparkIT (quando attivo)

oppure adesso in FLASH SALE A 448€

 

La condivisione è sapere!! appassionato di tecnologia, di multirotori e di paesi Asiatici... Nel tempo libero mi occupo di ActionCam e Droni

Vedi anche questo

Walkera VITUS 320 – La nostra Recensione

Walkera VITUS 320 – La nostra Recensione Finalmente Walkera Vitus, visto il grande s…