Xiaomi MI Drone 4K – Recensione

MI Drone 4K Agenda fitta di impegni questo periodo, ma ciò nonostante sono riuscito a provare a recensire il tanto atteso Xiaomi MI Drone in versione 4K

Riprendiamo velocemente l’articolo precedente con l’unboxing, a seguire la descrizione delle caratteristiche tecniche, APP e mie prime impressioni…

Xiaomi MI Drone 4K

Il pacco è stato spedito con la solita spedizione “Priority Line” che vi suggeriamo spesso, questa volta è arrivato in 14 giorni festivi compresi, le condizioni erano molto buone, nessuna bozza o strappo nella carta, come vedete in foto il MI 4K è contenuto in due scatole differenti tipo “Matrioska” 😀

Ringraziare ancora una volta con caratteri cubitali Gearbest per questo sample sarebbe banale e superfluo, il nostro rapporto ormai è consolidato.

Xiaomi MI Drone 4K

Tutto il package riprende lo stesso schema e disposizione che avevamo trovato con il 1080P QUI nel nostro precedente unboxing, abbiamo i vari scompartimenti numerati e il MI 4K con il suo carrello chiuso e motori protetti dai cubi in foam.

Tutto è bianco candido, quasi splendente, fanno bella mostra di se i particolari in ORO, colorazione che è stata scelta da Xiaomi per distinguere questo nuovo modello 4K.

Iniziamo dallo scompartimento numero 1: troviamo due set di Eliche, nonostante il materiale e le misure siano identiche con le precedenti, troviamo già una prima novità, consiste nel sistema di chiusura non sono più auto serranti ma presentano una clip di bloccaggio che va girata seguendo il senso di rotazione disegnato in grafica sulle stesse…

Nel secondo troviamo le protezioni per le eliche, stranamente non rispettano la colorazione perché in teoria sarebbero dovute essere color ORO invece sono come il precedente, color arancio, insieme troverete anche un piccolo cacciavite e viti per il fissaggio.

Xiaomi 4K

Alla numerazione 3 troviamo il Gimbal e il Radiocomando, anche qui dimensioni, particolari e estetica rimangono invariati, tranne per i particolari in ORO come vi avevo già spiegato in precedenza. Il Gimbal si può disassemblare in due pezzi, particolare che ci fa ben sperare in un futuro utilizzo come hand gimbal, tipo “DJI Osmo”, speriamo.

Infine completando gli scompartimenti arriviamo al numero 4, questo conteneva la batteria, il caricatore con presa US e il cavo USB (micro) per la connessione tra Smartphone e Radiocomando. Anche in questo caso sia il caricatore, sia la batteria sono identici con quelli forniti con il modello 1080P.

Eccoci finalmente nel presentare lo Xiaomi MI Drone 4K, le dimensioni sono invariate rispetto al 1080P, il peso è quasi lo stesso, ma ripeto quasi, abbiamo infatti alcuni grammi di differenza, 1380 grammi per il 1080P e 1450 grammi per il 4K

La struttura è la solita a X con interasse di 43,7cm, stesse belle e luminose luci a LED di segnalazione, colorate rossa e verde al posteriore e bianche all’anteriore, uno user nel gruppo Telegram mi faceva notare che vista la colorazione questo MI Drone 4K potrebbe sembrare un prodotto Italiano…

Il gimbal è perfettamente uguale, ma solo esternamente, le novità infatti sono al suo interno, troviamo un chip Ambarella e un cmos da 12 mpixel, perdonatemi ma non ho le sigle esatte non ho ancora avuto modo di scoprirlo con certezza e vorrei evitare di scrivere imprecisioni, comunque sia, riesce a registrare video in:

  • 4K con 30 frame per secondo
  • 2K 60fps
  • 1080P 100, 60 e 30fps
  • Foto a 12MP in 4:3 e 8MP in 16:9 e grande novità il formato Raw + jpeg.

Attenzione, ci tengo a specificarlo… prestate attenzione al sistema di fissaggio del gimbal, se non vi assicurate che sia perfettamente chiuso rischierete di perderlo in volo, purtroppo alcuni hanno avuto questa spiacevole sorpresa, il sistema in sè quando chiuso è a prova di bomba, praticamente impossibile da staccare anzi vi sfido a provarci, molto più facile invece è essere distratti e dimenticarsi di verificarne la corretta chiusura.

abbiamo un unico particolare che possiamo notare diverso rispetto al 1080P ed è nei motori, vi avevo accennato il nuovo sistema di fissaggio “rapido”, l’albero dei motori è strutturato per incastrarsi con il nuovo sistema, devo ammettere che è veramente più pratico e comodo rispetto al precedente. Dovrete posizionare l’elica rispettando il colore indicato su ogni braccio (gold o silver) quando in posizione eseguite una leggera pressione e ruotate il cappuccio, sullo stesso trovate disegnati due lucchetti, aperto e chiuso, vi aiuteranno a capire in quale direzione ruotare a mio avviso è abbastanza semplice e intuitivo.

Il Radiocomando questa volta dall’etichetta posteriore mostra come frequenza Wi-Fi 5G, precedentemente era il classico 2.4Ghz. La sua batteria interna è da 2600mAh e può assicurare un’autonomia di circa 50 minuti, il mount superiore non permette il fissaggio dei tablet, la sua estensione può contenere al massimo un smartphone con display da 6 pollici circa, un esempio? è perfetto con lo Xiaomi Max. Sui dorsi laterali troviamo le solite rotelline per comandare il pitch del gimbal e per regolare l’esposizione (in base alla configurazione scelta) gli altri comandi sono invariati, troviamo i classici quattro comandi comuni a tutti i mezzi radiocomandati, i tasti invece permettono il decollo e atterraggio automatici e arresto di emergenza (premendo entrambi contemporaneamente) usatelo solo in caso di emergenza!

Si ma internamente cosa è cambiato?

Dai dati pubblicitari del debutto e dalle informazioni presenti sul sito ufficiale ci è parso di capire che questo nuovo modello il MI Drone 4K abbia delle importanti novità al suo interno:

  • IMU (Ridondato) Nuova!
  • Compass 6 assi (Ridondato) Nuova!
  • Sensore GPS + Glonass
  • Motori 2212 900kv
  • Eliche 1046 con nuovo sistema di fissaggio “veloce” Nuova!
  • Camera 12MP con Fov 104°
  • Streaming Video con tecnologia TDMA (Dichiarano portata di 4km) Nuova!
  • Sensori ad ultrasuoni e sistema di posizionamento VPU (presente anche prima)

Non ho avuto il tempo di aprirlo e verificare la presenza o meno dei componenti “ridondati” ma appena possibile cercherò di farlo, da alcune foto reperite in rete la struttura che ospita la flight controller e il GPS sembra cambiata, quindi diciamo che sono fiducioso, una constatazione banale che ho registrato è stata la capacità di agganciare i satelliti anche dentro casa, con il modello precedente non mi era mai capitato, ma non prendiamolo come una dato assoluto, volevo solo farlo notare. La caratteristica che aspettavano in tanti, oltre al 4K è relativa alla portata dello streaming video, nel canale Telegram Italiano e nei vari gruppi Facebook che seguo, il focus è principalmente su questo aspetto e purtroppo si registrano pareri diretti non sempre positivi.

Premessa, io non sono interessato ai “long range”, il regolamento per gli aeromodelli ci vieta di perdere il contatto visivo con il Drone e siamo limitati ad un range di 200 metri (sempre per il regolamento) ma è anche vero che per questioni di test, per tutti quelli che hanno una visione “professionale” di utilizzo con questo drone, il range dello streaming video diventa un aspetto importante… Io personalmente non ho testato il range massimo, ma ho testimonianze di altri utenti che sono arrivati a oltre 3km, altri 3,5km… ma gli stessi hanno lamentato risultati altalenanti, trovando difficoltà a ripetere le stesse distanze percorrendo gli stessi tragitti, insomma abbiamo capito una cosa, al momento la trasmissione è fortemente influenzata dalle “interferenze” esterne.

Quindi per ora i 4KM di range in streaming.. sono in alcuni casi un sogno….

Descrizione APP

La APP dedicata è parte integrante per il controllo del Drone, senza uno smartphone Android o iOS su cui installare la app scordatevi di far volare il Drone, non funziona, non arma i motori. In questi ultimi mesi lo sviluppo è stato continuo e costante, non è ancora possibile trovarla tradotta ufficialmente in Italiano, ma credo non lo sarà mai e poi siamo nel 2017… cmon learn this fucking English!!! 😀

Per utilizzare la APP è necessario creare un account Xiaomi, se avete già un device Xiaomi non ci sarà bisogno di crearne uno nuovo, potrete usare quello. Dopo aver acceso sia il Drone che il radiocomando il passo successivo sarà connettere il vostro device al radiocomando tramite il cavo USB che trovate in dotazione,  abilitate il tethering USB indispensabile per avviare la comunicazione tra device e radiocomando e finalmente saremo pronti per avviare la APP.

Nota. In alcuni casi è possibile trovare tra gli accessori una chiavetta usb/wi-fi che permette la connessione wireless tra radiocomando e il vostro device, senza usare quindi il cavo USB

Probabilmente vi chiederà di eseguire un upgrade del firmware, se non l’avevate fatto prima inserite la SD nel gimbal altrimenti non vi farà completare l’upgrade, quindi spegnete tutto, inserite la SD e tornate a questo punto.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Al primo avvio vi mostrerà un veloce guida introduttiva che vi spiegherà passo per passo i comandi principali del Drone. Un consiglio…. seguite la guida… qui vi mostriamo i vari pannelli.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Le varie voci presenti nella APP verranno evidenziate per farvi capire dove trovare le funzioni..

Questo slideshow richiede JavaScript.

I settings che abbiamo a disposizione sono molteplici, si certo non siamo sullo stesso livello dei Droni DJI, ma se ripenso alla prima volta che utilizzai il modello 1080P abbiamo fatto passi da gigante;

Nell’ordine possiamo:

  • Verificare la presenza di upgrade del firmware e se necessario aggiornare
  • Calibrare il compass
  • Sfogliare la guida per i principianti
  • Attivare o disattivare la “Beginner Mode” (modalità per i principianti con limiti in altezza e distanza)
  • GPS Mode (ci permette di settare un “fence” recinto virtuale, cambiare la velocità, settare l’altezza massima raggiungibile (500 metri) )
  • VPU Mode (permette di attivare il sistema di posizionamento ausiliario che utilizza i sensori ad ultrasuoni e la camera video) (utile per il volo indoor e in assenza di coperture GPS)
  • Atti Mode (permette di attivare la modalità di volo senza avere l’assistenza del GPS, avrete voi il pieno controllo del Drone) un consiglio, se non è indispensabile non utilizzatela, il MI Drone è come un “Dogo Argentino” 😀
  • RC Calibration (ci mettere di calibrare la radio, la corsa degli stick etc)
  • Stick Mode (Possiamo scegliere tra Mode 1 e Mode 2 per il controllo del radiocomando)
  • Wi-Fi Settings (Possiamo modificare SID e password della connessione Wi-Fi se necessario) (tra radiocomando e smartphone)
  • RC Pairing (il bind del radiocomando)
  • Right Dial Mode (questo setting ci permette di assegnare una funzione alla rotellina di destra del radiocomando) il default è sull’impostazione dell’esposizione video e foto “EV”
  • Battery Info (ci restituisce le informazioni della batteria, stato di carica per ogni singola cella, cicli di carica, temperatura etc)
  • Gimbal Calibration (fa partire la calibrazione automatica del gimbal)
  • Camera Settings (qui troviamo tutte le impostazioni della fotocamera, risoluzione, fps, foto etc)
  • Satellite Map (possiamo segliere se mostrare la classica mappa o le immagini del satellite)
  • Enable Coordinate Correction (non utilizzatelo è valido solo per il territorio cinese)
  • Flight Record (ci permette di rivedere i voli registrati, mostrandoci la mappa e tutti i dati registrati dalla telemetria durante il volo, questa è una funzione veramente interessante e vi consiglio di vederla dopo ogni vostro volo)
  • Flight Log (sono i log di volo in formato txt, senza un interprete sono praticamente, quasi incomprensibili ma possono essere utili in caso di problemi o guasti) (sono gli stessi che poi vengono usati dalla voce piu su)
  • Feedback (vi permette di inviare un vostro feedback direttamente alla casa madre, al momento non ho capito se sia già attivo o se vengano mai letti)
  • Version Info (questo pannello ci mostra tutte le versioni software installate, modulo per modulo, verificatelo ogni qual volta eseguirete un aggiornamento)
  • Account (come dice la parola stessa vi mostrerà i dati del vostro account Xiaomi utilizzato

Queste slide riassumono le voci presentate:

Questo slideshow richiede JavaScript.

Modalità di Volo Automatiche

Le modalità di volo automatiche questa volta sono già tutte attive, non dobbiamo attendere nessun sviluppo del firmware come con il 1080P, tutte disponibili e subito! Nell’ordine abbiamo:

  • GPS (che è la default, il Drone, lasciando i comandi manterrà la posizione in Hoovering)
  • Orbit Flight (il Drone seguirà un percorso circolare tenendo il focus sul “POI” che sta per point of interest, all’interno del cerchio insomma, possiamo impostare l’altridudine, la velocità, l’angolazione e il raggio del cerchio)
  • Dronie Flight (il Drone punterà la camera verso di noi ed eseguira un volo verso l’alto e all’indietro perpendicolare, raggiungerà la distanza pre impostata e tornerà indietro) creerà un ottimo effetto per i vostri video!
  • Waypoint Flight (niente di più semplice, seguirà una missione pre impostata, in ogni punto potrete settare altezza e tempo di sosta prima di procedere al successivo)
  • Tap To Fly (semplicemente seguirà i punti che man mano selezionerete sulla mappa)
  • RTH (il classico return to home – ritorno a casa automatico)

mi raccomando prestate particolare attenzione quando eseguirete le funzioni automatiche e non lasciate mai il radiocomando, l’automazione raramente farà cilecca ma per sicurezza dovete essere pronti ad annullarla e riprendere il controllo del mezzo, non dimenticate che queste funzioni sono solo per dei test, il regolamento ne vieta l’uso.

Qualità Video

La resa video a mio parere è ottima, a seguire un primo video di test che ho fatto, tempo permettendo ne arriveranno altri, la nitidezza è buona come lo è anche il bilanciamento del bianco, i colori sinceramente possono sembrare un pò saturi, si lo ammetto e una mancanza era l’assenza di impostazioni manuali, ma fermi tutti, proprio in questi giorni che stavo scrivendo la recensione è arrivato un aggiornamento in questo senso, finalmente si potranno modificare alcuni aspetti della camera, ma al momento l’aggiornamento è solo per la versione Cinese della APP, credo arrivi presto anche per noi… e comunque integrerò la recensione appena avrò altre notizie.

Le foto sono molto buone e non dimenticate che questa volta oltre al Jpeg avremo a disposizione anche il RAW

Primo Volo e impressioni

La sensazione di controllo, stabilità e maneggevolezza a primo impatto mi sembra molto simile con il modello precedente, devo anche ammettere che era da un pò che non usavo l’altro e ultimamente il Mavic aveva occupato tutto il mio tempo libero da dedicare ai Droni, ovviamente sono due modelli che non si possono confrontare ma il MI 4K fa un rumore bello forte rispetto al Mavic che sembra quasi un moscerino… 😀

Il MI Drone 4K riesce a contrastare il vento come se niente fosse, contrasta e corregge con decisione le folate di vento, in accoppiata il gimbal allo stesso tempo regala immagini super stabili come se fosse ancora a terra, il posizionamento in hoovering è molto preciso in condizioni ottimali (compass ben calibrato e fix buone dei satelliti). Non ho provato il posizionamento coadiuvato dal sistema VPU indoor, devo integrare appena possibile.

Si…. ma Cosa non ha?

  • Alcuni utenti lamentano l’assenza della funzione di volo automatica “Follow Me” mi sembra di capire che interessi a tanti…. non so perché… sarà questione di gusti ma io sul Mavic non l’ho mai provata 😀 comunque sia… no il MI Drone 4K non ha ancora questa funzione
  • Non registra l’audio, durante i video non sentirete piu il bel rumore che facevano le eliche….. adesso scena muta!
  • ??? voi cosa vorreste in piu da questo Drone? commentate l’articolo… 😉

 

Perche comprarlo?

Ragazzi c’è poco da riflettere, al giorno d’oggi al prezzo di questo MI Drone 4K…. ci sono poche alternative che riescono a offrire le stesse caratteristiche e stessa qualità, il prodotto anche se ha solo il marchio della Xiaomi.. ha comunque tutta la qualità che contraddistingue questo grande marchio.. insomma se avete mai avuto un oggetto Xiaomi potete capire benissimo che cosa intendo…

Vi ricordo che in questo momento lo Xiaomi MI Drone 4K è possibile acquistarlo ad un prezzo ancora piu basso, circa 423/430€ anche senza coupon, dal nostro store di fiducia preferito, GEARBEST inseriamo anche il link per il portale Italiano, dove avrete, solo in quel caso, la garanzia per 2 anni, il prezzo è un pò più alto di circa 20€

Quando attivo il coupon è questo:    MI4KIT oppure questo= XdroneIT   EDIT 351€ ADESSO QUI

MI Drone 4K Miglior Prezzo QUI

Mi Drone 4K ITALIANO

Xiaomi MI Drone 4K




Non dimenticate di seguire il canale Telegram Italiano di Gearbest per avere sempre l’ultimo coupon aggiornato!!

AGGIORNAMENTO

Vi segnaliamo due ottimi Zaini per il trasporto, Gearbest ci ha comunicato i rispettivi coupon sconto

Zaino CADeN W8   Coupon= RC18OFF   Prezzo 47€

Zaino Rigido A-Flyme Impermeabile Coupon= MWPBPIT    Prezzo= 46€

La condivisione è sapere!! appassionato di tecnologia, di multirotori e di paesi Asiatici... Nel tempo libero mi occupo di ActionCam e Droni

  • Davide

    articolo completo ed esaustivo. Grazie!

    • Marco Fanuntza

      grazie Davide 😉

      • Davide

        La questione dell’audio è abbastanza scandalosa. Sono indeciso se comprarlo ed orq ti spiego perché. Ho avito per circa 3 mesi uno Yuneec, non proprio uno schifo per intenderci. Il problema é che ogni volta che si alzava non mi ha mai e poi mai dato l’impressione di essere stabile. Era come se rimamesse in aria per miracolo. Con i Dji la sensaziome è diversa e dagli spegnimenti improvvisi che sto leggendo neanche con lo xiaomi mi sentirei tranquillo. Dato che sei in contatto con gearbest, chiedi loro semmai quando venderanno il gimbap a mano della Xiaomi.
        Grazie ancora

        • RobyBolla

          Non volevo essere così diretto sull’audio ma sono d’accordo.
          E’ vero DJI ha prodotti nettamente superiori ma stiamo parlando di un colosso leader indiscusso di mercato.
          Io ho venduto il mio P2 completo di FPV etc perchè con questo non ho tutte le menate di collegare monitor, trasmissione video etc…e allo stesso prezzo del mio usato ho ordinato questo che ha già tutto integrato, occupa meno spazio e include alcune funzioni tipo waypoint o orbit che per filmare sono ottime, senza considerare che consente distanze maggiori (ove possibile).
          Vedremo come va, il suo grande vantaggio è costare relativamente poco.

        • Marco Fanuntza

          Anche il Mavic non mi registra l’audio… l’unica cosa in assoluto che nn mi piace… il resto è bomba!!!!!!!!! 😀

          • Davide

            sai cosa sarebbe veramente spettacolare? Un’impugnatura che permetta l’uso della camera e gimbal.

  • RobyBolla

    Ciao Marco,
    secondo te il fatto che non registra l’audio è perchè non è proprio implementato un microfono o solo perchè è disabilitato di fabbrica?
    E’ vero che col rumore delle eliche non serve a molto però io preferisco che siano gli utenti a scegliere e non le case a prescindere quando si tratta di funzionalità del prodotto.
    Ti risulta invece che siano disponibili le eliche come ricambio da qualche parte? A me pare solo di vedere quelle del vecchio modello, anche qua avrei preferito una soluzione compatibile con quanto c’è in commercio considerato l’ecosistema ancora poco sviluppato attorno a questo Xiaomi.
    Riguardo la tua considerazione sul FollowMe sicuramente sarebbe un bel colpo, però credo che l’implementazione di tale funzioni richieda uno sviluppo non indifferente (tracking software) e forse un hardware più dotato che farebbe salire il prezzo (sensori vari).
    Grazie.

    • Marco Fanuntza

      Ciao, non ho avuto modo di capire se il microfono sia presente o meno e capire se l’audio fosse disabilitato solo via software, sono d’accordo con te, anche a me nn piace il video “muto”
      Le eliche per il 4K al momento le ho viste solo sul sito fast-tech….. ho già chiesto a Gearbest di rifornirsi

  • Federico Fiorentini

    Ciao Marco, ho acquistato questo drone della Xiaomi perchè incuriosito, ma non riesco a farlo partire in volo, la cam e tutto funziona ma le eliche non si accendono.
    Per sbaglio una volta son riuscito e poi stop; qualche consiglio? Non capisco il motivo, le leve del joystick le piego entrambe in basso all’interno ma nulla da fare.

    • Marco Fanuntza

      Ciao, dove lo stai provando? devi essere all’esterno e attendere che agganci i satelliti, la app poi ti comunicherà con la notifica vocale “ready to fly”

  • Roberto Grieco

    Ciao Marco.
    Vorrei comprare il mio (e di mio figlio) 😃 secondo drone(il primo radiofly spacelight pro si è bruciato ignomignosamente). Ho trovato uno Xiaomi mi drone 1080p con 83 decolli 9 km percorsi e nessun danno. Con zaino, amplificatori di segnale Wi-Fi vuole 320 euro. Vale la pena o conviene andare sul 4k? Grazie!

    • Marco Fanuntza

      Ciao, il prezzio è alto secondo me… oggi si trova il 4K a 381€… fai due conti

  • Emanuel Modenin

    Questo mi sembra davvero molto molto interessante.
    Solo una domanda, ovviamente comperando da GEARBEST non italia non sono coperto da garanzia ma il prezzo è decisamente differente rispetto a link italiano. (adesso su quello italia non è nemmeno disponibile)
    Per quanto riguarda eventuali spese di dogana che rischio si corre?
    Grazie

    • Marco Fanuntza

      Ciao devi usare la solita spedizione “Priority Line”.. oggi c’è anche un nuovo Coupon= XdroneIT costa 381€ https://goo.gl/sd2Gha

      • JONATHAN GRAMEGNA

        Ciao…Ma quindi da questo link non c’è garanzia? e con priority line non applicano sdoganamento+iva? Sul link italiano invece il prezzo è più alto ma c’è garanzia di due anni.

        • Marco Fanuntza

          è uguale, arriva dallo stesso magazzino, stessa spedizione… in quello “Italiano” hai un anno in più di garanzia

  • Federico Fiorentini

    Ciao, ottima recensione, volevo capire una cosa se su questo drone è
    possibile caricare coordinate GPS da poterlo utilizzare per rilievi in
    ambito lavorativo da geomtra per capirsi.
    Mi sembra che il Phantom lo faccia questo non riesco a capirlo, grazie;)

    • Marco Fanuntza

      Ciao, grazie, ha la funzione di volo con waypoints, ma devi inserirli sulla APP a mano, non esistono ancora app di terze parti o uno strumento per pianificarla su PC e poi caricarla sul Drone

  • Salvatore Di Lapi

    cavolo su gearbest italia ora è a 412 euro senza coupon, la garanzia è di 2 anni ?

    • Si, comprando dalla versione italiana ci sono 2 anni di garanzia

Vedi anche questo

Walkera VITUS 320 – La nostra Recensione

Walkera VITUS 320 – La nostra Recensione Finalmente Walkera Vitus, visto il grande s…