Recensione YI 4K+ la regina delle Action Cam

Il 5 gennaio 2017 la YI Technology al CES di Las Vegas spiazza tutti presentato una nuova versione della sua più riuscita ActionCam la YI 4KL’annuncio ha sorpreso tutti non era attesa una nuova versione, perlomeno non cosi presto. GoPro aveva presentato la Hero5 pochi mesi prima e noi abbiamo pensato fosse un allineamento con le caratteristiche di quest’ultima, ma non era cosi la YI Technology ha fatto molto, molto di più.
La YI 4K+ è in grado di catturare video a 4K con 60 fotogrammi al secondo, che è il doppio di quello che riesce a fare la recente Hero5, nessun altra camera “Cinese” è in grado di farlo, ma il particolare che ha lasciato tutti a bocca aperta è la stabilizzazione del 4K a 30fps, questo è possibile grazie al nuovo, recentissimo Chipset Ambarella H2 che con un bitrate massimo di 120 Mbps, abbinato al sensore Sony IMX 377, può regalare una resa video gargantuesca rispetto alle altre.


Noi un altra volta in anteprima siamo orgogliosi di presentarvi la nostra recensione, ringraziamento d’obbligo questa volta va a GEEKBUYING uno dei pochi store Cinesi Autorizzati alla vendita dalla YI Technology. Al momento offre il prezzo migliore, circa 303€ da magazzino in Cina e 312€ da magazzino in Spagna per il pacchetto con il case waterproof compreso. (Coupon per 5 pezzi che porta il prezzo a 302€ sul magazzino Spagnolo) = XYI4KPLUS (Attenzione ai prezzi indicati dovete aggiungere le spese di spedizione)


Unboxing

La confezione è semplice,  presenta in grafica la camera all’interno del suo case con il logo YI in alto e la sola scritta che ne identifica il pacchetto. Al suo interno gli accessori sono ordinati e tenuti in posizione da una base in plastica sagomata.

Recensione YI 4K+

Gli accessori sono essenziali e comprendono:

  • Batteria
  • Cavo USB type-C per la ricarica e la connessione al PC
  • Case Waterproof con base e vite separate
  • Libretto di istruzioni e garanzia

Recensione YI 4K+

La YI 4K+ campeggia in bella mostra con la sua nuova grafica, il logo è stato ristilizzato e il frontalino presenta una trama simil fibra di carbonio lucida e satinata allo stesso tempo. Le dimensioni della camera sono rimaste inalterate rispetto al modello precedente, cambiano però le plastiche che sembrano leggermente gommose al tatto e restituiscono una ottima sensazione di “grip”.

Recensione YI 4K+

Lo sportellino dell’alloggiamento batteria ha il solito sistema a molla e il tastino di sicurezza da premere per permetterne l’apertura, presente come tutta la serie YI il pratico filetto da 1/4 di pollice per treppiede e accessori vari. L’apertura della cassa acustica è sulla stessa posizione della precedente, cambia invece la disposizione dei due microfoni stereo, uno è sempre sul lato superiore mentre il secondo questa volta lo ritroviamo su uno dei lati.

Recensione YI 4K+

Nel lato opposto troviamo la porta USB protetta da uno sportellino, questa volta la porta adotta il moderno standard Tipe-C e non piu micro, questa permette alla Yi 4K+ di utilizzare microfoni esterni e i trasferire i file a 40 Mbps. Infine citiamo il tasto multifinzione che si trova esattamente nella stessa posizione del primo modello, stesso discorso per i led che ne segnalano il funzionamento.

xiaoyi xiaomi Yi 4k+ dimensioni

 

Qui una foto per farvi capire le poche differenze tra il primo modello YI 4K e la nuova YI 4K+

Recensione YI 4K+

Dimenticavo…. due cose, batteria e display:
Il display dotato di touch screen ha le stesse dimensioni, gorilla glass, sembra quasi lo stesso ma si percepisce una migliore luminosità, invariato invece il feeling con il touch screen sempre puntuale e preciso.

Recensione YI 4K+

La Batteria ha la stessa capienza della precedente, stesse dimensioni, stessi contatti… insomma è la stessa, come potete vedere dai codici. L’autonomia era uno dei punti di forza della precedente, anche questa volta si riesce a registrare oltre 2 ore e mezza con la risoluzione 1080P!


 

Specifiche Tecniche

Ora riassumiamo tutta una serie di dati tecnici che vi avevamo già presentato nei nostri primi articoli di inizio anno. Come noterete nella tabella, la stabilizzazione elettronica EIS si può attivare con risoluzione a 4K, ma solo con il framerate di 30 fps. La tecnologia EIS che sta per (Electronic Image Stabilization) agisce su tutti e 3 gli assi grazie alla combinazione di accelerometro e giroscopio.




Lente Elementi 7 elementi
Angolo di visione (FOV) 155°
Lunghezza focale F2.8 – f=2,68 mm
Display Tipo e Dimensioni LCD – 2,19″ – touchscreen
Risoluzione 640×360 px – 300 PPI
Luminosità 250 cd/m2
FOV e AR 160° – 16:9
Processore Ambarella H2
Quad-core ARM Cortex-A53 – 64-bit
Sensore Modello Sony IMX377
Dimensione 1/2,3″
Risoluzione 12 MPx
Tecnologia Exmor R
Stabilizzazione EIS Giroscopio 3 assi e accelerometro 3 assi
Compensazione del taglio dei bordi
Risoluzioni e Framerate Supportati 4K – 30/25 fps
2.7K (16:9) – 60/50/30/25 fps
1080p – 60/50/30/25 fps
960p – 60/50 fps

Altri dati Tecnici

Temperature d’esercizio 0÷45 °C
Umidità d’esercizio 15÷90% UR
Temperatura di stoccaggio -4÷60 °C
Impermeabilità fino a 40 metri con custodia (venduta separatamente)
USB USB 3.0 type-C
RAM 2 GB
Remote Control Bluetooth 4.0 Low Energy
G-Sensor Bosch BMI160, giroscopio 6 assi
Indicatore LED Indicatore d’accensione tricolore (rosso, blu, viola), indicatore rosso di stato
Lunghezza Focale 2.73±5% mm
Filettatura 1/4″
Consumo Medio 5.7 W
Audio Microfono stereo integrato
Comandi Vocali Supportati (ma ancora in fase di test, è presente infatti un firmware beta per gli interessati)
Bitrate Massimo 135 Mbps
WiFI Dual Band 2.4GHz/5GHz, Broadcom

Specifiche Tecniche che potete ritrovare sul sito ufficiale della YI Technology

Un piccolo focus sul processore è d’obbligo, la YI 4K+ è dotata di un Ambarella H2, un processore Ambarella H2estremamente potente (superato solo con l’H3 presentato sempre al CES 2017) è formato da 4 core ARM A53 con clock di 1,2 GHz e litografia a 14 nm. Ottima potenza di calcolo e minore consumo con conseguente minore calore generato.

 

Risoluzioni Video

La lista delle risoluzioni possibili è decisamente ampia, in quanto YI Technology ha deciso di inserire svariati angoli di visione allo stesso modo di GoPro; per chi non lo sapesse, l’ordine da angolo più largo ad angolo più stretto è: Ultra Wide, Wide, Medium, Narrow.

Da notare anche come ci sia la possibilità di registrare alla risoluzione di 4000 x 3000 px, cosa insolita visto che solitamente il 4K nelle ActionCam si ferma a 2160 px, ma ci aiuta a capire come riesca a stabilizzare il 4K, registra 4000×3000 e croppa in 4K. (Presumo) 😉

Nome Risoluzione Framerate (fps) FOV Risoluzione (px)
4K 60, 50, 30, 25 Wide 3840 x 2160
4K Ultra 30, 25 Ultra Wide 3840 x 2160
4000×3000 30, 25 Wide 4000 x 3000
2.7K (16:9) 60, 50, 30, 25 Wide\Medium 2704 x 1520
2.7K Ultra 30, 25 Ultra Wide 2704 x 1520
2.7K (4:3) 30, 25 Wide\Medium 2704 x 2032
1440p 60, 50, 30, 25 Wide 1920 x 1440
1080p 120, 100, 60, 50, 30, 25 Wide\Medium\Narrow 1920 x 1080
1080p Ultra 90, 60, 50, 30, 25 Ultra Wide 1920 x 1080
960p 120, 100, 60, 50 Wide\Medium 1280 x 960
720p 240, 200 Wide 1280 x 720
720p Ultra 120, 100, 60, 50 Ultra Wide 1280 x 720
480p 240, 200 Wide 848 x 480

Si scopre inoltre che l’unico codec abilitato è l’AVC H.264: per fare un esempio, la GoPro Hero 5 permette la registrazione anche in HEVC H.265, un codec più moderno e performante, che riesce a comprimere meglio i video risparmiando bitrate senza sacrificare qualità. Il processore in dotazione alla Yi 4K+ è però in grado di codificare anche in H.265, quindi è possibile che questa funzione sarà abilitata in futuro.

Formato video .MP4 – H.264
Altre Modalità Video Time Lapse Video Risoluzioni: 4K (16:9) e 2.7K (4:3) a 30/25 fps
Intervallo: 0.5, 1, 2, 5, 10, 30, 60 secondi
Slow Motion Risoluzione: 720p a 60/120/240 fps
Rallentamento: 2/4/8 volte
Video + Photo 1080p – 60/50/30/25 fps
1440p – 30/25 fps
2.7K – (4:3) 30/25 fps
Intervallo: 5, 10, 30, 60 secondi
Loop Durata: 5 min, 20 min, 60 min, 120 min, Max

Risoluzioni Foto

Nel reparto fotografico poche sorprese, se non la succulenta novità da molti auspicata, ovvero l’introduzione dello scatto in formato RAW non compresso: ora manca il corrispettivo per la parte video!

Megapixel FOV Risoluzione (px)
12 MP
Wide 4000 x 3000
8 MP Wide 3840 x 2160
7 MP W Wide 3008 x 2256
7 MP M Medium 3008 x 2256
5 MP Medium 2560 x 1920

 

Formato video .JPEG – RAW
Altre Modalità Video Timer Conto alla rovescia 3, 5, 10, 15 secondi
Burst (Sequenza) Frequenza 3p/s, 5p/s, 10p/s, 10p/2s, 10p/3s, 30p/s, 30p/2s, 30p/3s, 30p/6s
Time Lapse Photo Intervallo Continuo, 0.5, 1, 2, 5, 10, 30, 60 s, 2 min, 5 min, 30Min, 60 min
Modalità Manuale Tempo d’esposizione Da 1/4096s a 30 secondi

Modalità Manuale

Sulla scia delle impostazioni già introdotte nella Yi 4K non-plus, anche la Yi 4K+ lascia libero l’utente di impostare a piacere lo scatto. Ecco le impostazioni presenti:

Bilanciamento del Bianco (WB) Auto, Nativo, Tungsteno (3000K), Giorno (5500K), Nuvoloso (6500K)
Sensibilità ISO Foto (Max/Min) Auto, 100, 200, 400, 800
Video (Max) Auto, 400, 1600, 6400
Compensazione Esposizione (EV) -2.0, -1.5, -1.0, -0.5, 0 (Default), +0.5, +1.0, +1.5, +2.0
Modalità d’esposizione Spot, Centro, Media
Qualità Video Bassa, Media, Alta

 

Menù e Funzioni

L’organizzazione del Menù è rimasta invariata rispetto al modello precedente, abbiamo il solito controllo con lo swipe, verso il basso apparirà il menù con le scorciatoie per il wi-fi, il pairing bluetooth, il blocco schermo e lo spegnimento, con lo swipe invece verso l’alto si attiverà il menù dei modi d’uso:

  • Foto
  • Autoscatto (Timer)
  • Foto in sequenza (Burst mode)
  • Video
  • Timelapse video
  • Slowmotion
  • Timelapse con le foto
  • Registrazione in loop
  • Video + Foto (ci permette di catturare degli screen quando stiamo già registrando un video)

In base alla modalità attiva, cliccando su un qualsiasi punto del display, ritroveremo i parametri specifici, come scelta della risoluzione, qualità dell’immagine, attivare la stabilizzazione etc…
Entrando nel dettaglio, i vari settings che possiamo impostare in base alle eseigenze sono:

  • Risoluzione e relativi FPS
  • Campo visivo (variazione del FOV in base alla risoluzione)
  • Shutter (Velocità dell’otturatore, anche se software)
  • Metering Mode (Center, Spot e Average)
  • Auto low light (si adatta in automatico nelle condizioni di scarsa luce)
  • Video Quality (Non fa altro che regolare il bitrate, + è alto maggiore sarà la qualità e di conseguenza files piu pesanti)
  • WB (Bilanciamento del bianco)
  • Colore (Possiamo scegliere tra due impostazioni di colore, la normale, chiamata YI color e la Flat con colorazione molto neutra adatta alla post produzione, tipo il pro-tune GoPro per intenderci)
  • ISO
  • Sharpness (Nitidezza)
  • Brightness (Luminosità)(Però si riferisce al display, per avere una buona visione del menù anche sotto il sole)
  • Sound Effect (Ci permette di adattare il volume de microfono, per esempio in situazioni di forte vento possiamo impostarlo su “Wind”)
  • Per chiudere troviamo tutta un altra serie di settings quali, Wi-Fi, Bluetooth, Stampa della data, notifica Led e notifica con bip etc…

Qui una galleria che mostra le varie voci, ma non tutte.

Cosa manca alla YI 4K+?
una funzione annunciata in fase di presentazione ma non ancora attiva è la possibilità di controllare la camera tramite i comandi vocali… questa funzione è ancora in fase di beta testing, è presente un firmware beta, che proverò appena completata questa recensione, che permette di utilizzare i comandi vocali (In Inglese) al momento.

Cosa non ho testato? Il microfono esterno, per farlo ho bisogno di un adattatore type-C, cercherò di procurarmene uno al piu presto.

Prove e Impressioni

Devo sempre cercare di essere imparziale, nonostante io abbia da sempre un debole per la YI Tecnology, già dalla mia prima vera action cam.. la YI 2K… vi prometto che il mio giudizio sarà super obbiettivo…. questa cam è da
COMPRARE!!!!!!!!!!!!!!!!!!! 😀

Perche? Sarebbe banale citare il 4K con 60fps e non lo farò, nonostante sià l’unica a farlo, ma giusto per evitare i commenti del tipo: io non ho una TV 4K, io non ho un PC per editare il 4K, io sono una Volpe e non mi piace assolutamente l’uva… 😀

Scherzi a parte, quello che preferisco e che mi ha colpito maggiormente è la stabilizzazione, chi ci segue e chi è pratico di ActionCam saprà che per stabilizzare un video senza un ottica stabilizzata si ricorre al software, è necessaria una buona potenza di calcolo ma soprattutto un buon algoritmo. Fino ad oggi l’ActionCam (Cinese) che poteva vantare una buona stabilizzazione era la GitUP Git2, con lo sviluppo del Firmware i tecnici della GitUp sono riusciti ad ottenere dei risultati che nessun altro era riuscito a replicare, la stessa YI 4K precedente, nella stabilizzazione risultava sempre un pò “scattosa” se paragonata alla Git2, anche le recenti con il chipset Ambarella A12, ThiEYE per esempio, non erano riuscite a ottenere gli stessi risultati. La YI 4K+ questa volta si!
Non vorrei esegerare ma con la risoluzione 1080P 60 fps sembra quasi di utilizzare un gimbal meccanico, la stabilizzazione è attivabile anche con il 4K 30fps e anche in questo caso, nonostante la porzione da “croppare” sia minore, i risultati sono più che buoni.

Si lo so.. siete come S.Tommaso, per questo a seguire alcuni video dove potrete giudicare voi stessi… oltre alla stabilizzazione potete vedere i colori, il bilanciamento del bianco e la resa cromatica, ottima a mio avviso;
ps. se possibile vedeteli alla massima risoluzione possibile!

Test 4K 30 fps, clip varie, stabilizzazione attiva, profilo colore YI color, tutti gli altri parametri erano su auto

Test Stabilizzazione tra YI4K+ e precedente YI4K con risoluzione 4K 30 frame per secondo

Test SlowMotion con risoluzione 4K 60 frame per secondo

 

Con le foto non percepisco particolari differenze con il modello precedente, erano già ottime allora e lo sono anche adesso, qui abbiamo la chicca in più che è la possibilità di scattare anche in RAW con formato DNG digeribile dai piu moderni software di editing foto. Qui una breve galleria con foto scattate in JPG e risoluzione 12MP, per esigenza di spazio sono state ridimensionate e compresse, sono giusto per darvi un idea, se interessati qui link dropbox con le originali.

Dove Acquistare?

Ovviamente su GEEBUYING, altro nostro partner Cinese, uno dei pochi store autorizzati alla vendita dalla YI Tecnology, al momento è anche l’unico che l’ha avuta in esclusiva tra gli store Cinesi nostri partner!

YI 4K+ da Spagna GEEKBUYING
Il prezzo è di 312€ dal loro magazzino in Spagna, quindi con merce già in Europa senza costi doganali aggiuntivi… abbiamo anche un coupon sconto che porta il prezzo a 302€ ma purtroppo è limitato per i soli primi 5 pezzi, il coupon è: XYI4KPLUS (Attenzione ai prezzi indicati dovete aggiungere le spese di spedizione)

  • amanieux

    how can the 4000×3000 video not be ultra wide as it is all the 12 mpix pixels on the sensor ? it means it crops in so there is not 4000×3000 pixels used. am i wrong ?

  • Pier Giacomo De Matti

    Ciao Marco, due domande tecniche molto specifiche 😀 .
    E’ possibile (o lo sarà) fare i live streaming? Avevo letto di questa possibilità nei prossimi aggiornamenti.
    E’ possibile collegare una sorgente audio in ingresso?

    Ti spiego meglio, per un progetto musicale mi piacerebbe effettuare un live con l’audio in arrivo del mixer.
    Mi piacerebbe farlo per piazzare la cam in una bella posizione e far vedere tutto, sennò devo arrangiarmi con una ripresa frontale con reflex e audio in ingresso ma senza live :).

    Grazie

    • Ciao, ti rispondo io:
      – è già possibile fare i live streaming, la procedura è la stessa che per la Yi 4K.. Ti lascio una guida del nostro amico ElProducente: è in inglese ma facilmente comprensibile! http://elproducente.com/how-to-live-stream-yi-4k-action-camera-tutorial/
      – è possibile collegare un microfono esterno tramite la porta USB type-C, occorre solo un adattatore type-C-> microfono.. Su Amazon se ne trovano tanti ma sinceramente non so se tutti funzionano… Quello originale Yi attualmente è venduto solo negli USA, per l’Europa c’è ancora da attendere però credo che anche altri adattatori possano funzionare…

      • Pier Giacomo De Matti

        Ciao Maurizio e grazie.
        Perfetto anche il microfono ma io volevo arrivare alla Cam con un cavo direttamente dal Mixer audio in modo da avere l’audio di alta qualità.

        • Non credo faccia differenza la fonte… Che cavo esce dal mixer? Uno spinotto da 3,5 mm, suppongo.. Giusto? In tal caso direi che un microfono o un mixer non fa differenza per la cam 😅

  • Stefano Scotti

    Ciao Marco, volevo chiederti, ora che i comandi vocali sono disponibili, se funzionano con il case impermeabile, o bisogna sgolarsi per attivarlo. Inoltresai se i comandi sono disponibili in italiano o sono sempre in inglese? grazie

    • Marco Fanuntza

      Ciao Stefano, i comandi vocali sono solo in Inglese, con la cam all’interno del case waterproof.. si è necessario urlare, quasi 😀

Vedi anche questo

Walkera VITUS 320 – La nostra Recensione

Walkera VITUS 320 – La nostra Recensione Finalmente Walkera Vitus, visto il grande s…