Si aprono oggi i pre-order per i nuovi quadricotteri di DJI, ovvero il Phantom 4 Pro e l’Inspire 2.

Phantom 4 Pro

dji phantom 4 pro

La versione Pro dell’ultimo modello consumer DJI si caratterizza rispetto al modello base (oltre che per il prezzo, più alto di 300 euro) per un tempo di volo leggermente più lungo, per un range di azione e per una fotocamera integrata più definita.

Una nota va fatta per la fotocamera: dotata di sensore CMOS Sony Exmor R da 20 MPx (dimensione di 1 pollice, apertura f/2.0, 12 stop di gamma dinamica), è in grado di registrare video a risoluzione 4K a 60 fps (ma anche in 1080p@120fps) codificando in h264 oppure in 4K@30fps codificando in h265, con un bitrate per entrambi di 100 Mbps (meglio quindi dotarsi di una memoria capiente! 30 minuti di video equivalgono a 22,5 GB). In modalità Burst è invece in grado di scattare 14 foto al secondo a piena risoluzione.

Per fare un confronto, nel Phantom 4 base la fotocamera ha 12,4 MPx e registra video in 4K a 30 fps a 60 Mbps, codificando in h264.

Il range operativo passa da circa 5 a 7 km (attenzione, in Italia è illegale), l’autonomia da 28 a 30 minuti dichiarati, la velocità massima resta di 72 km/h (20 m/s), che si abbassa però a 50 km/h se è attiva la funzione di rilevamento degli ostacoli.

Per chi non si accontenta, c’è poi il packaging Plus.dji phantom 4 pro plus

Il packaging del Phantom 4 Pro+ contiene uno schermo da 5,5 pollici per la visione FPV dei video in fullHD; è anche possibile vedere in sovrimpressione i dati principali dati dalla telemetria del drone. La luminosità dello schermo è di 1000 cd/mq e il range operativo è, come quello per i comandi, di circa 7 km, grazie anche alla possibilità di scegliere se usare la frequenza a 2,4 o a 5,8 GHz.

Potete trovare tutte le specifiche tecniche (a davvero davvero tutte!) nella pagina ufficiale dedicata al Phantom 4 Pro.




Questo slideshow richiede JavaScript.

Inspire 2

dji inspire 2

Il modello Inspire 2 è invece pensato per un utilizzo professionale e per videomaker, grazie soprattutto alla possibilità di registrare in formato RAW senza perdita di qualità dovuta alla compressione del video.

Questo slideshow richiede JavaScript.

dji inspire 2Il processore d’immagine, il CineCore 2.0, montato sull’Inspire 2 riesce infatti a registrare fino in 5,2K a 30 fps (5280 x 2972 pixel a 30fps e con profondità del colore a 12-bit) in formato Adobe CinemaDNG RAW con un bitrate fino a 4,2 Gbps (1 secondo = 540 MB!!) oppure codificando in h264 o h265 ad un bitrate di 100 Mbps. In alternativa è possibil registare anche in 4K aumentando il framerate a 60 fps e scegliere i formati Apple ProRes 422 HQ (5,2K, 4K) e ProRes 4444 XQ (4K).
Il video registrato può essere salvato contemporaneamente sia su una microSD che sull’SSD interno (DJI CineSSD, da 120 o 480 GB, dotato di bus PCI Express 3.0).

Per fare tutto ciò sarà però necessario montare nell’apposito alloggiamento una delle fotocamere Zemuse di DJI: al momento sono supportati solo i modelli X4S e X5S ma in futuro sarà ampliato il numero di modelli.

Tra le varie funzioni spiccano la possibilità di trasmettere in diretta online il video (grazie alla connessione 4G), la Spotlight Pro Mode, ovvero la possibilità di bloccare la videocamera su un soggetto mentre il drone vola liberamente, senza quindi dover muovere a mano il gimbal, la TapFly, una modalità relativa alla fotocamera per l’FPV che permette di dirigersi verso un soggetto senza preoccuparsi degli ostacoli lungo il tragitto, e infine la ActiveTrack, che riconosce soggetti in movimento e permette di attivare un inseguimento automatico in varie modalità.dji-inspire-2

In dotazione, da non dover comprare quindi a parte, è presente una fotocamera che permette all’operatore di vedere in FPV e di lasciare ad un secondo operatore il controllo della videocamera per le riprese.

Dal lato tecnico troviamo un drone con un range operativo di 7 km, in grado di volare per 25-27 minuti e dotato di doppia batteria, in modo che non accada niente nemmeno in caso di malfunzionamento di una delle batterie. La velocità massima è di 108 km/h con una accelerazione massima di 0-80 km/h in 4 secondi.

Per tutte le altre informazioni vi rimando al sito ufficiale e vi consiglio di sognare ad occhi aperti per 5 minuti guardando il video qui sotto.

 Un commento finale? Aaaah ad avere qualche soldo in più!!!

Vedi anche questo

Eken H8R – La nostra recensione

In attesa della Eken V8S, rispolveriamo la recensione della Eken H8R, che per colpa mia pu…